Trovata ferita nel parco, 17enne rientrava da una serata in discoteca. "Era in una pozza di sangue"

Gravemente ferita alla testa, stesa in una pozza di sangue. Così è stata trovata una 17enne in un parco di Montelupo Fiorentino. La giovane, trasportata  all'ospedale Careggi di Firenze, si trova in condizioni critiche. I medici le hanno riscontrato un grave trauma cranico.

Dell'accaduto si occupa la polizia di Stato. La giovane, italiana ma della quale non è stata resa nota l'identità è stata trovata stamani, attorno alle 7, da alcuni amici: sarebbero gli stessi con i quali la ragazza ha trascorso la serata di ieri in discoteca e dai quali si sarebbe separata proprio nei pressi del Parco dell'Ambrogiana, attiguo all'ex ospedale psichiatrico giudiziario e abituale ritrovo di giovani. Il parco, che si trova alla confluenza tra il fiume Pesa e l'Arno, è abbastanza distante dalle case ed è dunque difficile che qualcuno degli abitanti possa aver udito eventuali grida di aiuto.

Sarebbero meno gravi di quanto sembrava in un primo momento le condizioni della ragazza trovata ferita nel Parco dell'Ambrogiana a Montelupo Fiorentino che, a differenza di quanto appreso in precedenza, sarebbe ancora nell'ospedale della vicina Empoli e non al Careggi di Firenze: la giovane è cosciente ed è in grado di parlare, anche se ferita seriamente alla testa e gli è stato riscontrato un forte trauma cranico.


3301449_1000_f63583dcf30a980caec6930cfa224f15.jpg


Intanto si stanno chiarendo anche alcuni aspetti di quanto accaduto ieri sera, quando la ragazza ha lasciato i suoi amici: ci sarebbe stato un momento di disaccordo tra lei e gli altri giovani della comitiva che l'avrebbero lasciata su una panchina del parco mentre loro si sono diretti in una discoteca distante poco più di un chilometro. Al loro ritorno non avendola più vista nel luogo in cui si erano separati i giovani hanno dato l'allarme al commissariato di Empoli. La ragazza è stata poi trovata a terra ferita, stamani verso le 7, non da loro ma da una passante parco che ha chiamato i carabinieri. Ancora non chiari i motivi di quella che sarebbe stata una aggressione. Nei giorni scorsi la ragazza era stata lasciata dal fidanzato e questo è tra gli elementi valutati dagli investigatori.

TESTIMONE HA SENTITO URLO Un cittadino residente vicino alla zona del parco dell'Ambrogiana, a Montelupo Fiorentino (Firenze), dove questa mattina è stata trovata in una pozza di sangue con ferite alla testa una ragazza diciassettenne di Fucecchio (Firenze), verso le 7 ha sentito un urlo e, dopo essersi affacciato alla finestra, ha visto un uomo vicino alla minorenne. Il testimone sarebbe già stato ascoltato dagli investigatori che conducono le indagini sul giallo. La polizia avrebbe anche recuperato nella zona un martello, forse usato per aggredire la giovanissima, che si trova ricoverata all'ospedale di Empoli. Gli investigatori, che in queste ore stanno vagliando le testimonianze degli amici e dei conoscenti della diciassettenne, che erano andati a Montelupo Fiorentino con lei per trascorrere una serata in discoteca, stanno anche analizzando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona.

La giovane, ricoverata all'ospedale di Empoli, anche se cosciente, è tutt'ora in prognosi riservata. Nulla intanto trapela di quanto potrebbe aver raccontato la 17enne agli uomini della squadra mobile di Firenze che stanno svolgendo le indagini insieme ai colleghi del commissariato di Empoli.

NON SI TROVANO BORSA E CELLULARE Non si trova la borsa della ragazza trovata ferita nel Parco dell'Ambrogiana a Montelupo Fiorentino. Ma gli effetti personali che conteneva non sarebbero stati rubati da chi l'ha aggredita e lasciata nell'area verde, dopo averla trascinata per un centinaio di metri: la borsa era stata infatti trovata da un passante che, dopo averne controllato il contenuto, ha detto di averla lasciata su un vicino muretto, dal quale però poi sparita. Non si trova neanche il cellulare della ragazza, che risulterebbe spento. Gli investigatori della polizia di Stato hanno anche sequestrato, nel corso dei sopralluoghi, la testa in metallo di un martello, ma non ci sono certezze sul fatto che possa trattarsi del corpo contundente che ha provocato alla 17enne un forte trauma cranico, fratturandole il cranio. Una delle possibilità è anche se sia stata usata una pietra o che la giovane abbia sbattutola testa cadendo a terra nel corso dell'aggressione o di una lite.

Sabato 14 Ottobre 2017, 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA