«Troppo caldo ai domiciliari», chiede e ottiene di tornare in carcere

«Troppo caldo ai domiciliari», chiede e ottiene di tornare in carcere

Gli arresti domiciliari? Una forma alternativa al carcere per poter scontare in casa una pena, ma forse in alcuni casi è meglio stare... al fresco. È quello che deve aver pensato un moldavo, residente a Vicenza, che ha chiesto di scontare il resto della propria pena in carcere nonostante gli fossero stati concessi i domiciliari. Un fatto insolito, così come la motivazione addotta: «A casa fa troppo caldo, preferisco stare qui».



Victor Sirbu, condannato per furto e dall'inizio di questo mese scarcerato per essere sottoposto a domiciliari con permesso di uscita, come riporta Vicenza Today si è presentato, alle tre della notte tra giovedì e venerdì scorsi, all'ingresso del carcere cittadino di San Pio X. Alla fine, la polizia penitenziaria ha deciso di acconsentire alla sua richiesta: l'uomo resterà probabilmente in carcere almeno fino ad agosto. A quanto pare, però, oltre al caldo ci sarebbe anche una convivenza problematica con la compagna ad avergli fatto preferire il carcere alla propria dimora.


Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Luglio 2018, 21:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA