Tricolore rubato agli alpini e bruciato da 17enni stranieri: «L'abbiamo fatto per noia»

Treviso, tricolore rubato agli alpini e bruciato da 17enni stranieri: «L'abbiamo fatto per noia»

Hanno rubato il tricolore nella sede degli Alpini per poi bruciarlo: la bravata è stata la sera di Ferragosto. Due stranieri minorenni, un ragazzo di origini marocchine  e un romeno - entrambi appena 17enni -  sono stati denunciati alla Procura per i minori di Venezia per il reato di vilipendio alla bandiera.

I due giovani, nella notte tra il 15 ed il 16 agosto, hanno preso la bandiera italiana che era issata sul pennone della sede Ana di Vittorio Veneto (Treviso), non distante dalla stazione ferroviaria, e l'hanno data alle fiamme. L'episodio è stato denunciato alla polizia ferroviaria di Conegliano. I carabinieri, al termine di una paziente indagine, sono riusciti ad identificare i giovinastri che hanno "confessato" di aver agito per
«noia»
Lunedì 9 Settembre 2019, 20:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA