Treno urta una piattaforma a Firenze: gravi tre operai. Aperto un fascicolo per lesioni colpose
di Simone Pierini

Treno urta una piattaforma a Firenze: gravi tre operai. Aperto un fascicolo per lesioni colpose

Un treno merci, che transitava tra le stazioni di Campo Marte e Statuto a Firenze, ha urtato una piattaforma su rotaia sulla quale si trovavano tre operai che sono caduti a terra, sul massicciato. L'incidente è accaduto poco dopo mezzanotte. La procura di Firenze ha aperto un fascicolo per lesioni colpose, al momento a carico di ignoti. È un 31enne residente a Reggello (Firenze) il più grave dei tre operai. L'uomo avrebbe riportato varie ferite, tra cui un trauma midollare per il quale i medici lo stanno sottoponendo a intervento chirurgico. Secondo quanto appreso, non sarebbe in imminente pericolo di vita. Serie, ma meno critiche, le condizioni degli altri due operai, un 27enne di Volterra (Pisa), con numerose lesioni tra cui un trauma al torace, e un 26enne residente a Firenze, ricoverato con diverse fratture. Per tutti al momento la prognosi resta riservata.
 
 



L'incidente è avvenuto intorno a mezzanotte e dieci. Il trenomerci che stava viaggiando sul binario cosiddetto 'dispari', in direzione Sud. Gli operai si trovavano sul cestello di un carro manutenzione fermo sul binario accanto, per lavori di manutenzione programmata all'interno della galleria. Al vaglio degli investigatori ci sarebbe anche l'eventuale violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro, relativamente al rispetto di tutte le procedure di sicurezza da parte degli operatori che si trovavano sul cestello.
 
 

La procura di Firenze ha aperto un fascicolo per lesioni colpose, al momento a carico di ignoti. Il pm Paolo Barlucchi, titolare delle indagini, ha disposto il sequestro della piattaforma su cui stavano lavorando i tre operai rimasti feriti e del locomotore del treno merci. Una delle ipotesi che in questo momento sarebbero al vaglio, è che il cestello si trovasse spostato lateralmente rispetto ai binari, in una posizione troppo sporgente per permettere il passaggio del treno.

Secondo quanto appreso, al momento dell'incidente gli operai, dipendenti della ditta Cemes con sede a Pisa, si trovavano su un cestello sopraelevato rispetto alla piattaforma, impegnati in lavori di manutenzione della linea elettrica. Sempre in base a quanto emerso, il treno merci, che era autorizzato al transito sul binario, avrebbe urtato violentemente il cestello. A seguito dello scontro gli operai sono stati sbalzati sulla massicciata da un'altezza di cinque metri. Uno di loro, rimasto ferito, sarebbe figlio di un dirigente dell'azienda. Il finestrino del locomotore è andato in frantumi, ferendo in modo non grave i due macchinisti.
Venerdì 7 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME