Tragedia a Napoli: neonato di 4 giorni in gravi condizioni per ustioni. Arrestati i genitori
di Alessia Strinati

Tragedia a Napoli: neonato di 4 giorni in gravi condizioni per ustioni. Arrestati i genitori

Ha partorito sola in casa, poi per 4 giorni ha tenuto il neonato con sé fino a quando non sono intervenuti i carabinieri. Un neonato è stato trovato in un’abitazione in via Diaz a Portici dai carabinieri in gravissime condizioni. Il piccolo è stato subito soccorso dal personale del 118 che ha ricoverato il neonato all’ospedale Santobono di Napoli dove si trova in prognosi riservata e dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico a causa delle lesioni da parto e delle ustioni riportate sul 16% del corpo.

 

Secondo i medici il bimbo potrebbe essere stato immerso in acqua troppo calda o potrebbe essere stato lavato con detergenti non adatti, forse candeggina. La mamma, una donna A. T. di 36 anni con problemi psichici, sarebbe stata costantemente seguita dai servizi sociali in contatto con il Tribunale per i Minorenni di Napoli che sarebbe stato informato sull’evolversi della situazione, secondo quanto riferito dal portavoce del Comune di Portici, l’avvocato Maurizio Capozzo in una nota. La donna è stata portata all’Ospedale del Mare, dove è attualmente piantonata nel reparto Psichiatria. 

 


Ad allertare i militari è stato C. B. il compagno 46enne della neo mamma che è stato portato al carcere di Poggioreale, con l’accusa di maltrattamenti. «I servizi sociali del Comune hanno cominciato a seguire di recente questa famiglia - spiega Capozzo - Il parto era atteso il prossimo mese. Nulla è stato trascurato e la collaborazione tra servizi sociali, l’autorità giudiziaria e gli inquirenti è stata massima in questi mesi».

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Marzo 2021, 11:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA