Lutto nel mondo del Judo, la campionessa italiana Tiana Tola morta dopo 12 anni di lotta al male

Tiana Tola, la campionessa italiana del Judo morta dopo 12 anni di lotta al male

Una scomparsa che addolora lo judo nazionale. Tiana Tola, sette volte campionessa italiana,  è morta ieri in ospedale, dove era ricoverata. Combatteva da 12 anni contro una miastenia grave, una malattia autoimmune. Sassarese, classe 1960, Tiana Tola ha iniziato l'attività nello Judo Club Torres, e dopo avere vinto tutto nell'isola negli anni '70 ha vinto ben 7 titoli italiani assoluti. Il ricordo del fratello Roberto:  «Indimenticabile la finale di uno dei vari campionati Italiani ai quali Tiana gareggiò, quando durante un combattimento, la sua spalla destra fuori uscì provocandole difficoltà di movimento, oltre che fortissimo dolore. Sembrava che la gara dovesse finire lì, ma Tiana continuò a combattere, e con reale stupore di tutti, vinse e portò il prestigioso trofeo in Sardegna».

 

Dopo aver appeso il judogi al chiodo Tiana Tola ha lavorato anche per una emittente sassarese e poi ha aperto il primo centro di dimagrimento in Sardegna, a Sassari, divenendo pioniera del settore, dimostrando ottime capacità imprenditoriali. Nel 2009 è stata colpita dalla miastenia. «Sono stati 12 anni di lotte, dove Tiana ha dimostrato ancora, da quella vera guerriera che è sempre stata, una forza inspiegabile - ricorda il fratello -. Ma ciò, non è bastato. Questa volta ha dovuto cedere ad un'avversario tremendo, sovraumano, che ha reso lei e tutti noi impotenti. Ci lascia un esempio di umiltà, signorilità, forza e bellezza! Ciao Tiana».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 3 Febbraio 2021, 16:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA