Terremoto a L'Aquila, tre scosse con magnitudo da 3.4 a 3.7. Paura e gente in strada, sentite anche nelle Marche

Terremoto a L'Aquila, tre scosse con magnitudo da 3.4 a 3.7. Paura e gente in strada, sentite anche nelle Marche

Terremoto all'Aquila con tre scosse di magnitudo fra 3.7 e 3.4 hanno spaventato la popolazione di tutta la provincia dalle 22.55 alle 23.21. L'epicentro, secondo i sismografi dell'Ingv, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è localizzato a Barete a una profondità di 14 chilometri. Il sisma è stato avvertito distintamente anche nei piani bassi delle abitazioni. Allarme anche nel capoluogo, soprattutto per la prima scossa, la più forte, che inizialmente era stata qualificata di magnitudo 4.1.

Barete un paese di poco più di 600 abitanti a 800 metri di altezza in provincia dell'Aquila, fa parte della comunità montana Amiternina.

Tante le telefonate ai centrali delle forze dell'ordine e dei pompieri: al momento non si registrano danni o feriti, ma la maggior parte dei sopralluogi è rinviata a questa mattina.

«C'è stata paura ma rimarremo a dormire nelle nostre case perché dopo il terremoto del 2009 sono sicure». Così Claudio Gregori, consigliere comunale di opposizione di Barete sulle scosse di terremoto che hanno interessato in serata il comune aquilano. Gregori, ex vice sindaco, sottolinea che non si registrano danni a persone e a cose.

Le scosse sono state avvertite anche nelle Marche. In particolare sono giunte segnalazioni da Ascoli Piceno ed entroterra del Fermano e del Maceratese. Al momento non si segnalano danni.
Sabato 7 Dicembre 2019, 23:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA