Telecamera nascosta nel bagno delle maestre, indagato il sindaco: ecco cosa è successo

Albano Sant'Alessandro, telecamera nascosta nel bagno delle maestre, indagato il sindaco: ecco cosa è successo

Una telecamera nascosta nel bagno delle maestre di una scuola elementare è diventata il motivo di un'indagine a carico del sindaco di un piccolo comune in provincia di Bergamo. Maurizio Dionisi, primo cittadino e insegnante elementare ad Albano Sant'Alessandro, risulta indagato per interferenze illecite nella vita privata: ecco cosa è successo.

 

Leggi anche > Nuovo decreto Covid, Speranza: «Non ci sono le condizioni per abbassare le misure di contrasto alla pandemia»

 

A scoprire quella microcamera nascosta è stata una delle maestre dell'istituto comprensivo di Albano Sant'Alessandro. La donna aveva sporto denuncia contro ignoti, ma poi il sindaco Maurizio Dionisi si era preso tutta la responsabilità, spiegando che si trattava di un gioco erotico concordato con una collega sposato, di cui non ha rivelato l'identità per proteggerne la privacy.

 

Come riportano il Corriere della Sera e L'Eco di Bergamo, la telecamera nascosta nel bagno delle insegnanti sarebbe stata collegata direttamente al cellulare dell'insegnante e sindaco. Dopo la denuncia, gli investigatori hanno setacciato tutti gli altri bagni della scuola, compresi quelli degli alunni, senza però trovare nulla di significativo. La dirigente scolastica provinciale Patrizia Graziani ha dichiarato: «Posso solo rassicurare i genitori, stiamo seguendo da vicino e con attenzione quanto accaduto».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Febbraio 2021, 18:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA