Incendio a Stromboli, Ambra Angiolini in lacrime: «Sono qui con la gente dell'isola a dare una mano. Non è stata una notte facile»

Vanno avanti le indagini dopo l'incendio divampato a Stromboli. Secondo i primi accertamenti le fiamme sarebbero partite dal set della fiction Protezione Civile. Il regista Marco Pontecorvo: “Sono devastato”

Video

Stromboli cerca di riprendersi dopo lo spavento (e i danni) per l'incendio divampato la scorsa notte causato - è questa l'ipotesi - da un piccolo fuoco acceso da una troupe che è sull'isola delle Eolie per girare la fiction Rai "Protezione Civile"Dopo la nottata di paura, disperazione, lacrime per il disastro ambientale, per l'isola di Stromboli, trasformata in inferno con danni incalcolabili, l'ultimo focolaio è stato domato, grazie anche alla solidarietà della gente dell'isola che per tutta la notte si è adoperata in tutti i modi per salvare il salvabile e per evitare che il disastro assumesse proporzioni ancora più tragiche.

 

Incendio a Stromboli, Ambra Angiolini tra le lacrime

E mentre si cerca di fare chiarezza sui colpevoli a poche ore dal disastro ambientale arrivano anche le parole lasciate a La Repubblica di Ambra Angiolini, impegnata nel cast della serie, e del regista Marco Pontecorvo. Ambra piange al telefono e cerca di raccontare come ha vissuto quei momenti: «Sono qui, con la gente dell’isola a dare una mano. Sul set in quel momento non c’ero ma, le assicuro, non è stata una notte facile». Attualmente le fiamme sarebbero sotto controllo. I carabinieri hanno ascoltato anche il regista Marco Pontecorvo e alcuni membri della troupe che quando è scoppiato l'incendio erano sul set. Pontecorvo, su Repubblica, si è detto devastato: 

«Sono distrutto, devastato, angosciato. Non erano in atto riprese ma solo la preparazione per la scena da girare poco dopo. Scena che esisteva sulla sceneggiatura ed era prevista nella maniera in cui la stavamo approntando per quella giornata come da nostro ordine del giorno. Devo ancora ricostruire quello che è successo perché ero sul set ma distante. So che il vento cambiava direzione continuamente e quando, con il buio, i Canadair ci hanno abbandonato senza riuscire a spegnere le fiamme, ci siamo trovati in un incubo».

 

Il giallo dei "colpevoli"

Eppure il responsabile emergenza dei Vigili Del Fuoco Salvo Cantale ha assicurato che la scena dell'incendio a Stromboli non fosse presente nella sceneggiatura fornita a loro: «Nella sceneggiatura che ci hanno inviato dalla produzione per la fiction della Rai non ci avevano detto che avrebbero appiccato un piccolo fuoco durante le riprese o lo avremmo impedito». E anche le dichiarazioni dell'attore Angelo Maria Sferrazza, anche lui nel cast della serie Protezione Civile, lasciate a Fanpage.it confermerebbero quanto detto dai vigili del fuoco. Sferrazza infatti ha dichiarato che nella versione della sceneggiatura da lui letta, l'incendio non compariva. Ma ha aggiunto che spesso le scene si evolvono via via. Dunque, non è da escludere che potesse esistere una versione più aggiornata. 

 

L'inchiesta

Le indagini aperte dal procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Giuseppe Adornato, per accertare la dinamica dei fatti e i responsabili della vicenda vanno avanti.  La Rai rinvia ogni responsabilità specificando che la serie era un progetto curato da !11 marzo", la quale garantisce che «Tutti i necessari permessi ed autorizzazioni erano stati acquisiti e la realizzazione di ogni scena affidata a professionisti di sicura esperienza e competenza, l’accaduto è dovuto al caso e all’imprevedibilità». Ma il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni pronto a intraprendere qualsiasi iniziativa per chiarire chi sono realmente i responsabili, è certo: «Non ho concesso alcuna autorizzazione». E qualora fosse arrivata una richiesta di accendere delle fiamme non avrebbe mai acconsentito: «L'amministrazione non ha concesso e non potrebbe concedere l'accensione di un fuoco in un'area che è riserva orientata. Le autorizzazioni, se eventualmente ci fossero, sarebbero di competenza di altri enti, ma questa autorizzazione non è stata concessa e non potrebbe essere concessa. È in vigore un'ordinanza, che vieta tassativamente di accendere fuochi nelle giornate ventose e nei periodi in cui insistono venti di scirocco anche se da altri enti autorizzati, di conseguenza penso che non ci possa essere alcun dubbio che in una condizione come la giornata di mercoledì, questa amministrazione non avrebbe mai autorizzato l'accensione di fuochi»

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Maggio 2022, 10:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA