Striscia torna sul caso ​Soumahoro: «Nel ghetto non ci sono bambini, non andava candidato»

"Aboubakar Soumahoro non andava candidato. Bisognerebbe servire i poveri, non servirsi di loro"

Striscia torna sul caso Soumahoro: «Nel ghetto non ci sono bambini, non andava candidato»

di Redazione Web

Il caso di Aboubakar Soumahoro continua a far parlare. E nella puntata di questa sera, giovedì 24 novembre, Striscia la Notizia tornerà su uno dei temi più discussi degli ultimi giorni. L'ex sindacalista e deputato dell'Alleanza Verdi Sinistra alla Camera dei Deputati ha cercato di difendersi dalle accuse piovute dopo l'inchiesta sulle condizioni dei lavoratori nelle cooperative gestite dalla moglie e dalla suocera. E adesso arriva l'intervista esclusiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo.

Leggi anche > Soumahoro si autosospende dal gruppo alla Camera. I braccianti lo difendono: «Lasciatelo in pace»

L'intervista esclusiva

 

Pinuccio tornerà sul caso di Aboubakar Soumahoro, da poche ore autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l’iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Sono mai arrivati quei regali ai piccoli? Don Andrea Pupilla assicura che «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ce ne sono».

Ufficio stampa Striscia la Notizia

«Problema di coerenza»

«Non entro nel merito della vicenda giudiziaria, ma c’è un problema di coerenza», continua don Andrea, che aggiunge: «Non puoi accusare le associazioni del territorio di fare business dell’immigrazione e poi in casa tua salta fuori questa situazione. È un problema su un piano morale». Pinuccio aggiunge che chi era sul territorio sapeva da tempo di queste voci controverse su Soumahoro e chiede all’onorevole Nicola Fratoianni, sponsor politico di Aboubakar: «Se avevi avuto notizia di qualcosa che non andava non sarebbe stato meglio approfondire prima di candidarlo?». Candidatura che non convince neanche Don Andrea: «La scelta dei candidati va fatta con più oculatezza, ascoltando i territori: i rappresentanti del popolo devono essere scelti dalla base. Non so se Soumahoro abbia “utilizzato” il ghetto per crearsi una carriera: mi limito a dire che non bisognerebbe servirsi dei poveri, ma servire i poveri. E non strumentalizzare».

Nell'occhio del ciclone

 

Aboubakar Soumahoro è finito nell’occhio del ciclone per lo scandalo delle cooperative sociali gestite dalla moglie e dalla suocera (che è stata indagata) per stipendi non pagati, maltrattamenti, lavoro nero e fatture false e per i fondi spariti dalla Lega Braccianti, dopo le accuse, raccolte da Striscia la notizia, di due suoi ex soci. Il servizio completo andrà in onda alle ore 20:35 su Canale 5.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Novembre 2022, 19:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA