Storie Italiane torna sul caso di Denise Pipitone, l'ex pm Angioni rilancia l'ipotesi di una pista tunisina

Storie Italiane e il caso Denise Pipitone, l'ex pm Angioni rilancia l'ipotesi di una pista tunisina

Storie Italiane torna sul caso di Denise Pipitone dopo 17 anni dalla scomparsa della bambina a Mazara del Vallo. Eleonora Daniele ha fatto il punto su quello che è successo negli mesi dalla fine della precedente edizione, spiegando che l’ex pubblico ministero Maria Angioni è stata rinviata a giudizio per alcune dichiarazioni ritenute false.

 

Leggi anche > Terrore a Roma, incendio e crollo in una palazzina: tre feriti, si cercano dispersi. «Forse fuga di gas»

 

L’udienza del processo si terrà il 23 dicembre dinnanzi al giudice monocratico di Marsala. La Angioni  è stata inquisita per le dichiarazioni fatte proprio nel corso di Storie Italiane, quando ha dichiarato di aver visto la ragazza e di poter affermare che sta bene e ha una sua famiglia. Oltre alle dichiarazione dell'ex pm passi in avanti sono stati fatti con l parole di Gaspare Ghaleb, l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi.

 

La Daniele sottolinea come la Angioni stia riprendendo in mano tutte le carte del caso di Denise e pare abbia abbandonato la sua convinzione sulla pista rom, pensando invece che la bambina, ormai ragazza, possa trovarsi in Tunisia. L'inviata di Storie Italiane riporta che la Pipitone si sarebbe imbarcata su una motonave che copriva la tratta Trapani-Tunisi, talvolta andando anche fino a Cagliari. La dottoressa Angioni afferma però che non risulterebbe affatto, mediante la verifica del codice fiscale, la bambina S.S., nata a Ragusa nel 1997, che si sarebbe imbarcata il 2 settembre 2004 su quella nave con degli adulti.


Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Settembre 2021, 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA