Alessandro Venturelli, a Storie Italiane il trauma del coma e il giallo delle targhe: «Mamma stai attenta»
di Silvia Natella

Alessandro Venturelli, a Storie Italiane il trauma del coma e il giallo delle targhe: «Mamma stai attenta»

Il ragazzo è scomparso da 10 mesi e prima di sparire aveva raccontato alla madre di sentirsi manipolato

Alessandro Venturelli sarebbe stato visto da più persone nei pressi di Padova. Storie Italiane manda in onda altre testimonianze e segnalazioni e cerca di fare luce su due targhe di auto da cui il ragazzo voleva mettere in guardia la madre. Al vaglio degli inquirenti ci sono anche delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza di un negozio. Intanto, la mamma racconta il passato di suo figlio e l'esperienza del coma.

 

Leggi anche > L'angelo del taxi. Ragazzo si schianta col monopattino: «Sembrava morto: così l'ho salvato»

 

Alessandro Venturelli, segnalazioni a Storie Italiane

 

Le speranze sul caso del giovane di Sassuolo scomparso da dieci mesi si stanno riaccendendo dopo le numerose segnalazioni nel padovano, arrivate tutte insieme dopo settimane di silenzio. «Nel periodo di luglio è venuto un ragazzo che gli somiglia moltissimo a comprare una brioche... sembrava che non avesse una fissa dimora. L'ho visto anche una seconda volta», è una delle testimonianze raccolte. «Di posti per nascondersi da queste parti ce ne sono. Era pulito, ma dava l'impressione di essere trasandato con vestiti usati da giorni. Non dava l'impressione di essere un ragazzino che aveva saltato la scuola», ha aggiunto la testimone sottolineando che altri suoi conoscenti hanno visto la stessa persona.

 

Storie Italiane, il giallo delle targhe

In studio gli esperti e gli opinionisti cercando di ragionare su possibili traumi o ossessioni perché poco prima di sparire Alessandro aveva messo in guardia la mamma da una possibile minaccia. «Ha detto 'Mamma segna queste due targhe e quando esci stai attenta'», spiega la conduttrice Eleonora Daniele mostrando le immagini del vialetto di casa dove due automobili posteggiavano spesso. Era una minaccia vera o era frutto delle sue suggestioni?

 

Storie Italiane, il coma di Alessandro Venturelli

 «Il grande trauma che ha avuto Alessandro - racconta la mamma in diretta - è stato quello dell'incidente. Mentre andava a scuola quando aveva 15 anni e mezzo è andato contro un muro, è stato tre settimane in coma e ha avuto danni ai collegamenti tra neuroni. Questo incidente è stato superato da un punto di vista fisico e dal percorso di riabilitazione. Mi sento di dire che a livello cognitivo stesse bene, ma non posso sapere a livello psicologico... Mi diceva il mio cuore è il mio punto forte...» 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Ottobre 2021, 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA