Stefano Tacconi, il messaggio che commuove del figlio Andrea: «Sei un leone, forza papi»

L’ex portiere di Avellino, Juventus e Genoa, si è sentito male ieri mattina sabato 23 aprile, dopo colazione

Video

«Riprenditi papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia» scrive Andrea Tacconi su Instagram in segno di sostegno per il padre Stefano, ricoverato in gravi condizioni per emorragia cerebrale. L'ex portiere della Juventus, è stato portato prima in Neurochirurgia e poi in Rianimazione al Santi Antonio e Biagio di Alessandria. 

 

Leggi anche > Stefano Tacconi, l'ospedale di Alessandria: "Condizioni serie ma stazionarie"

 

 

 

E proprio oggi, è arrivata una nuova comunicazione sulle sue condizioni di salute: gravi ma stazionarie. Come rioprta la Stampa, a parlare è stato Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia che ha trattato il paziente: «Stefano Tacconi è arrivato in ospedale ieri 23 aprile nel primo pomeriggio a seguito di una emorragia cerebrale da rottura di un aneurisma. Le condizioni sono apprese subito importanti e serie, abbiamo immediatamente svolto le indagini necessarie e svolto durante la notte un trattamento per evitare una seconda emorragia. Al momento le condizioni sono ancora importanti ma stazionarie e la stazionarietà in questo caso è un evento favorevole. Sarà possibile avere una più precisa idea sugli esiti solo nei prossimi giorni».

 

L’ex portiere di Avellino, Juventus e Genoa, si è sentito male ieri mattina sabato 23 aprile, dopo colazione. Il giorno prima era ospite all’edizione 2022 delle «Giornate delle Figurine», al Michelerio di Asti, in occasione di una cena di gala al ristorante Mariuccia a Pratomorone. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Aprile 2022, 14:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA