Stefano Cucchi, la sorella Ilaria contro il Coni: «Premiato uno dei carabinieri condannati». Malagò replica così

Il presidente del Comitato olimpico nazionale italiano: "Il Coni non c'entra nulla e io non ho premiato nessuno"

Cucchi, la sorella Ilaria contro Malagò: «Al Coni premiato uno dei carabinieri condannati». La replica: «Ho solo partecipato ad un evento»

Stefano Cucchi, l'affondo della sorella Ilaria: «Al Coni hanno premiato uno dei carabinieri condannati». Il riferimento è a Roberto Mandolini, maresciallo dell'Arma, che ha ricevuto un premio nella sede del Comitato olimpico italiano. Ecco cosa è successo e come ha risposto Giovanni Malagò, presidente del Coni.

Il premio a Roberto Mandolini

Come documentato anche dal post pubblicato su Facebook, Roberto Mandolini ha ricevuto l'onorificenza 'Athena' all'interno del Salone d'onore del Coni. Il tutto alla presenza di alcuni familiari di Nelson Mandela e del presidente del Coni, Giovanni Malagò. «Sono onoratissimo di esser stato premiato» - spiega il maresciallo, che ha ricevuto il premio dall'Unione nazionale veterani dello sport - «Ringrazio il presidente della Unvs Roma, Massimiliano Savant de Cristofaro, e la presidente dell'Accademia della Legalità, Paola Vegliantei».

L'affondo di Ilaria Cucchi

Il post non è sfuggito a Ilaria Cucchi. La sorella di Stefano Cucchi si è rivolta direttamente a Giovanni Malagò: «Caro presidente, mi dispiace molto per Nelson Mandela, ma lei è a conoscenza del fatto che Roberto Mandolini è stato condannato da ben tre Corti d'Assise nei procedimenti penali per l'uccisione di Stefano Cucchi, mio fratello?». Ilaria Cucchi poi ha aggiunto: «Io credo che i familiari di Nelson Mandela non siano al corrente di questo. Ma con quale anima e per quale motivo lei ha potuto permettere questo? Premiare di fronte a loro proprio Roberto Mandolini. Mi auguro che tutto questo non sia vero».

La replica di Malagò

La replica di Giovanni Malagò non si è fatta attendere. «Il Coni non c'entra nulla con la premiazione del carabiniere Mandolini. E io non ho premiato nessuno. È stata un'iniziativa dell'Unione Nazionale Veterani dello Sport, io ho solo partecipato ad un evento dove c'era la figlia di Nelson Mandela» - ha spiegato il presidente del Coni - «Ho parlato questa sera personalmente con la signora Ilaria Cucchi e gliel'ho spiegato. Credo di essermi chiarito con lei. Strumentalizzare il Coni per questo mi sembra totalmente fuori luogo».


Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Luglio 2022, 23:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA