Si sposano dopo 50 anni di convivenza, i due nonni di Viareggio: «Era il momento giusto»

A raccontare la loro storia è il figlio: «A una certa età è meglio tutelarsi legalmente»

Si sposano dopo 50 anni di convivenza, i due nonni di Viareggio: «Era il momento giusto»

di Redazione web

Si sono amati per 50 anni, senza mai sposarsi. Ma dopo mezzo secolo passato insieme, hanno deciso che era il momento di unirsi in matrimonio. Tullia e Pasquale, una coppia di Viareggio, si sono detti il fatidico «sì» in Comune, in una cerimonia semplice, «perché loro sono così: riservati e semplici», dice Marino Patruno, figlio e testimone dello sposo.

Mastrota sposa la sua Floribeth a Bormio: la cerimonia e la chiacchierata con la ex moglie Natalia Estrada prima del «sì»

Diletta Leotta, il primo selfie col fidanzato Giacomo Cavalli è uno scatto "rubato"

Niente viaggio di nozze

A dare l'incipit ai due sposini è stato proprio il figlio, si legge su "Il Tirreno". «Ma non è il caso che vi sposiate?», ha detto a Tullia e Pasquale, rispettivamente di 85 e 86 anni. Si sono conosciuti a Milano, entrambi lavoravano in ospedale. E lì hanno vissuto fino al 2019. Il matrimonio? Una celebrazione sobria «e niente viaggio di nozze – commenta con un sorriso Marino Patruno – Mio padre ha già girato il mondo, è il momento di riposarsi e di stare un po’ a casa». Ma perché sposarsi a oltre 80 anni? «Quando si arriva a una certa età – replica il figlio – ci si rende conto che si ha a che fare sempre più spesso con la salute e con la precarietà di certe situazioni. È evidente che, di fronte alle leggi italiane, due coniugi sono più tutelati e in grado di assistersi a vicenda».


Ultimo aggiornamento: Sabato 1 Ottobre 2022, 17:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA