Spigolatrice di Sapri, la statua “sessista” scatena le polemiche. Laura Boldrini: «Un'offesa alla storia delle donne»

Spigolatrice di Sapri, la statua “sessista” scatena le polemiche. Laura Boldrini: «Un'offesa alla storia delle donne»

La statua dedicata alla lavoratrice nei campi celebrata è stata considerata un'immagine sessista e offensiva verso le donne

La Spigolatrice di Sapri continua ad accendere le polemiche. «La statua appena inaugurata a Sapri e dedicata alla Spigolatrice è un'offesa alle donne e alla storia che dovrebbe celebrare. Ma come possono perfino le istituzioni accettare la rappresentazione della donna come corpo sessualizzato? Il maschilismo è uno dei mali dell'Italia». Così Laura Boldrini del Pd scrive su Facebook in merito alla statua.

 

Leggi anche > Chiara Ugolini uccisa a 27 anni, si è impiccato in carcere Impellizzeri: il 38enne accusato dell'omicidio

 

La Spigolatrice, inaugurata ieri alla presenza dell'ex premier Giuseppe Conte che si trovava nel paese del salernitano per un tour elettorale, è una statua dedicata alla lavoratrice nei campi celebrata in una poesia di Luigi Mercantini, ispirata alla fallita spedizione di Sapri di Carlo Pisacane per innescare una rivoluzione antiborbonica nel Regno delle Due Sicilie. L'immagine però è stata considerata sessista. «È un'offesa alle donne e alla storia che dovrebbe celebrare - scrive su twitter l'ex presidente della Camera ed esponente del Pd, Laura Boldrini - Ma come possono perfino le istituzioni accettare la rappresentazione della donna come corpo sessualizzato? Il maschilismo è uno dei mali dell'Italia».

 

«A Sapri uno schiaffo alla storia e alle donne che ancora sono solo corpi sessualizzati. Questa statua della Spigolatrice nulla dice dell'autodeterminazione di colei che scelse di non andare a lavoro per schierarsi contro l'oppressore borbonico. Sia rimossa!», chiede la collega di partito Monica Cirinnà.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Settembre 2021, 16:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA