Coronavirus, è deciso: dal 29 parte l'estate. In spiaggia senza check in e in 4 sotto l'ombrellone

Fino a domenica per riflettere, poi entro la prossima settimana la giunta regionale delle Marche ufficializzerà anche il protocollo che detterà le regole anti Covid per gli stabilimenti balneari e per la stagione estiva che - è deciso - partirà il 29 maggio.


 
 

Nelle Marche la svolta ieri mattina, nell’incontro in videoconferenza tra l’assessore regionale al turismo Moreno Pieroni, il presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi ed i rappresentanti delle categorie dalla provincia di Pesaro a quella di Ascoli. Rivista e corretta la bozza del protocollo anticipata nei giorni scorsi che finirà oggi al tavolo Anci: il documento attuale ha limato le regole che - secondo i rappresentanti dei balneari - avrebbero «ospedalizzato gli stabilimenti».

Dall'inizio dell'epidemia sono 954 Sandro Assenti, presidente Confesercenti Turismo Piceno, tira un sospiro di sollievo: «Sembra siano stati definitivamente accantonati il check-in con i termoscanner e il registro delle azioni dove si sarebbero dovuti raccogliere i dati dei clienti: due nodi difficili da sciogliere per i gestori degli stabilimenti balneari ma soprattutto impossibili da tenere sotto controllo, visto che gli spazi non sono recintati e i bagnanti possono arrivare da qualsiasi parte sfuggendo ai controlli».

Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Maggio 2020, 10:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA