Venezia, vigilante strangola la moglie in casa davanti alla nipote e poi si toglie la vita con un taglierino

E' successo nel Veneziano. La gelosia come movente per l'omicidio

Venezia, vigilante strangola la moglie in casa davanti alla nipote e poi si toglie la vita con un taglierino

di Daniele Molteni

Un uomo e una donna, marito e moglie, sono stati trovati morti nella loro casa a Fossalta di Portogruaro (Venezia). Secondo i carabinieri accorsi sul posto si tratterebbe di un omicidio-suicidio. La tragedia si è consumata nell’appartamento nel centro del piccolo paese della città metropolitana di Venezia dove le due vittime vivevano. 

Uccide moglie e figlia, dietro la furia omicida di Maja «un progetto fallito». La nuova pista degli inquirenti

L'uomo, Giuseppe Santarosa, di 55 anni, avrebbe soffocato la moglie, pare con un cuscino. La donna si chiamava Lorena Puppo e aveva 50 anni. L'uomo poi si è ucciso tagliandosi la gola con un taglierino. Il marito era dipendente di un istituto di vigilanza, la donna di un'impresa di pulizie. Non sono state trovate armi nell'abitazione.  La tragedia è avvenuta davanti alla nipote maggiorenne, che avrebbe poi dato l’allarme. La donna avrebbe parlato di una «gelosia ingiustificata» da parte dello zio 55enne.

Uccide la moglie e ferisce la figlia 13enne che ha tentato di difenderla: la ragazza è grave in ospedale

Femminicidi, Cartabia chiede approfondimenti sui casi di Sarzana e Vicenza

Questo ennesimo femminicidio, il 39esimo in Italia dall'inizio dell'anno, arriva poche ore dopo che la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, ha chiesto all'ispettorato di avviare approfondimenti, a fronte di notizie di stampa sui casi di femminicidi di Sarzana e Vicenza. Lo si apprende da fonti del ministero, che precisano che primo passo dell'ispettorato, una volta aperto un fascicolo, sarà chiedere una relazione ai vertici degli uffici giudiziari. Oggi intanto i carabinieri del Ris di Parma hanno iniziato gli accertamenti sul pickup bianco in uso a al falegname accusato dell’omicidio di Pjetri, la prostituta di 35 anni il cui corpo è stato trovato domenica sul greto del torrente Parmignola a Marinella di Sarzana, e indagato anche per l’omicidio di Bertolotti, la donna trans uccisa il giorno dopo a 3 chilometri di distanza dal luogo di ritrovamento del primo cadavere. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Giugno 2022, 10:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA