Rosmarino negli spaghetti alle vongole, rissa al ristorante. Il titolare: «Una scusa per non pagare il conto»

Rosmarino negli spaghetti alle vongole, rissa al ristorante. Il titolare: «Una scusa per non pagare il conto»

Un sereno pranzo domenicale al ristorante diventato una rissa. Il tutto a causa di un ingrediente non gradito: il rosmarino nella pasta alle vongole. È quando successo domenica 11 luglio a Porto Recanati, in provincia di Macerata, dove quattro clienti di Spoleto hanno pranzato in uno dei ristoranti della città per poi, al momento del conto, tentare di aggredire il cuoco. A riportarlo è il Corriere Adriatico, che dà voce  al titolare per raccontare la vicenda.

 

Denise Pipitone, la pm Maria Angioni: «Non ritratto nulla, meglio il processo. La gente deve sapere la verità»

 

«Erano a pranzo quando a un certo punto, probabilmente per non pagare il conto,- racconta il titolare del locale -  hanno trovato la scusa del rosmarino che noi utilizziamo negli spaghetti alle vongole per alzare i toni con i nostri camerieri, sostenendo che quel condimento non andava bene».

Oltre a creare confusione, avrebbero voluto aggredire il cuoco, come riporta il titolare: «Per fortuna, io e altri due ci siamo messi a difesa della porta di servizio e non li abbiamo fatti entrare. Abbiamo chiamato i Carabinieri, ma i militari di Porto Recanati erano impegnati con i servizi di controllo per i mercatini, così siamo stati ricontattati dai loro colleghi di Civitanova. Fortunatamente, a un certo punto, le acque si sono calmate. I clienti hanno pagato il conto e se ne sono andati lasciando una recensione negativa».

Intervenuta anche la Polizia Locale per interrogare il titolare e i camerieri su quanto successo. «Stiamo valutando se sporgere denuncia» conclude  il titolare.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Luglio 2021, 11:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA