Sos viaggi: l’Europa segna in rosso Sardegna e Sicilia, mezza Italia gialla
di Enrico Chillè

Sos viaggi: l’Europa segna in rosso Sardegna e Sicilia, mezza Italia gialla

Mezza Italia in zona gialla, oltre alla Sardegna e alla Sicilia che finiscono in zona rossa.
Il Centro europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie (Ecdc) certifica il peggioramento della situazione epidemiologica nel nostro paese, con le sole Piemonte, Valle d'Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e provincia autonoma di Bolzano che restano in zona verde.

 


Una settimana fa, in Italia, solo quattro regioni si trovavano in giallo, ma la situazione è radicalmente cambiata in poco tempo. Non va meglio nel resto d'Europa: la Spagna è interamente in rosso o in rosso scuro, così come gran parte della Francia, il Portogallo, gran parte dell'Olanda e della Grecia e l'Irlanda.


La situazione appare più sotto controllo nell'Europa centrale e orientale. Il monitoraggio dell'Ecdc si basa esclusivamente sull'incidenza dei casi ogni 100mila abitanti ed è uno strumento utilizzato nell'ambito dell'Unione europea come indicatore per il rischio epidemiologico che può comportare restrizioni di viaggio tra i singoli paesi. Non ha quindi nulla a che vedere con i parametri utilizzati a livello nazionale per le fasce di rischio (abbandonati criteri come incidenza ed RT in favore dei dati sulla pressione ospedaliera).
 


Ultimo aggiornamento: Sabato 31 Luglio 2021, 10:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA