Chi l'ha Visto: «Sissy Trovato Mazza e il mistero del cellulare, non può essersi sparata»

Chi l'ha Visto: «Sissy Trovato Mazza e il mistero del cellulare, non può essersi sparata»

Chi l'ha visto? torna sul caso di Sissy Trovato Mazza, la poliziotta penitenziaria in coma da un anno e mezzo. Vengono mandate in onda delle immagini da cui si intravede la donna con un braccio alzato. Si ipotizza che stesse al cellulare, prima di quel colpo d'arma da fuoco in ascensore. 

Poliziotta in coma, nessuna impronta sulla pistola che le ha sparato

In studio si chiedono se è il suo telefonino quello che Sissy ha in mano pochi istanti prima dello sparo. Nessun telefono, però, fu trovato accanto a lei, mentre il suo è stato trovato nell'armadietto del carcere. I familiari ribadiscono, inoltre, che la ragazza non si separava mai dal suo smartphone. Difficile credere che lo avesse lasciato nell'armadietto. 



Una telecamera nell'atrio del padiglione dell'ospedale civile di Venezia ha ripreso Sissy nelle sue ultime ore di vita. L'agente della polizia penitenziaria era andata a trovare una carcerata in degenza dopo il parto. La guardia carceraria è stata ripresa mentre cercava la detenuta, non aveva i guanti, un dettaglio importante ai fini delle indagini, visto che sull'arma con cui si sarebbe uccisa non ci sono impronte.

 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Giugno 2018, 23:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA