Sfera Ebbasta, la reazione alla strage su Instagram: «Fermatevi a pensare a quanto è stupido». Cancellati tutti gli eventi

  • 442
    share
di Silvia Natella
Sfera Ebbasta commenta quanto è successo nella notte alla discoteca Lanterna Azzurra  a Corinaldo con un lungo post su Instagram. «Sono profondamente addolorato, non trovo le parole per esprimere il rammarico per quello che è successo», scrive dopo che i followers gli avevano fatto notare che non doveva restare in silenzio davanti alla tragedia di chi era nel locale per assistere a un suo concerto. Il bilancio è di sei morti, tra cui cinque ragazzi giovanissimi e una mamma che aveva accompagnato la figlia. 

Sfera Ebbasta chi è il rapper che ostenta denaro ed eccessi

Fedez sotto choc: «Attenti alle discoteche, non frega niente della sicurezza»



«Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo - continua - vorrei solo che tutti quanti vi fermaste a pensare a quanto può essere stupido e pericoloso usare lo spray al peperoncino in una discoteca. Grazie a tutte le persone e alle ambulanze che hanno prestato soccorso durante la notte. Per quanto a poco possa servire il mio affetto e il mio sostegno vanno alle famiglie delle vittime e dei feriti. E proprio per rispetto gli impegni promozionali verranno cancellati. La musica dovrebbe unire...»​
 
 









Tutto è successo intorno all'una di notte, il concerto era appena finito quando qualcuno potrebbe aver spruzzato una sostanza urticante, probabilmente uno spray al peperoncino, generando il panico. Si è creato un "fuggi fuggi" generale, la calca ha fatto cedere le transenne mentre le persone sono rimaste schiacciate e calpestate. 



Spray al peperoncino ai concerti di Sfera Ebbasta: tutti i precedenti. Spunta l'ombra della banda: diversivo per rubare
 
 


Una scena apocalittica che sta rimbalzando su tutti i social network. Prima che il trapper pubblicasse il suo commento, sul suo profilo ufficiale erano apparse frasi del tipo «Sono venuti a un tuo concerto, un pensiero non ce l'hai?». E poi ancora «Invece di fare il co*** potevi spendere due parole per questa tragedia»«Fai morire le persone...», la frase più pesante. 
 
 
In seguito ai tragici avvenimenti, Thaurus Live, agenzia di booking e management di Sfera Ebbasta, in questo momento vuole esprimere profondo dolore e vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti. «Restiamo in attesa di essere aggiornati dalle autorità competenti sulle dinamiche che hanno provocato questa tragedia e allo stesso tempo chiediamo agli organi di informazione, compresi coloro che hanno riportato ricostruzioni inesatte della serata, di rispettare questo momento di dolore. L’arrivo dell’artista ieri era previsto in tarda serata essendo coinvolto per un dj set e non un concerto ed ha appreso la notizia della tragedia telefonicamente, prima ancora di arrivare al locale. Siamo profondamente scossi e annichiliti sapendo che il nostro dolore non è niente in confronto a quello che stanno passando i familiari delle vittime e tutti i feriti. Tutte le esibizioni degli artisti Thaurus Live previste per questa sera sono rimandate a data da destinarsi. I prossimi impegni promozionali di Sfera Ebbasta sono cancellati».
Sabato 8 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-12-10 14:46:47
E questi e un cantante? Meglio dargli una zappa, ci sono molti terreni da zappare. Le schifezze che canta fanno male ai nostri giovani. Se vogliamo bene ai nostri figli, dobbiamo tenerli lontani da questi individui.
2018-12-09 09:14:00
Gioventù bruciata! Ai miei tempi si andavano a vedere i concerti di Little Tony, Adriano Celentano, dei Pooh, dei Matia Bazar, ora invece se non c'è uno tutto tatuato, che divulga parolacce piene di odio verso la società non fa trend. Sfido chiunque a non aver paura a trovarsi di notte uno così per strada. Ho paura che il futuro purtroppo ci riservi cose peggiori mai viste prima. Alla base di tutto ciò però c'è l'educazione dei genitori, dei nonni e dei bisnonni troppo permissivi ed accondiscendenti al fancazzismo giovanile.
2018-12-10 14:49:28
D'accordo al 100x100
2018-12-08 19:37:58
Ma fermati tu a pensare che messaggi dai a questi ragazzi... non è colpa tua quello che è successo ma non era la prima volta, hai mai fatto una vera battaglia per evitare queste cose ai tuoi concerti?
2018-12-08 17:21:06
Ma io m chiedo chi vada a vedere sto qua...o fedez.. o signorino.. o j ax
DALLA HOME