«Sesso troppo rumoroso nella residenza universitaria»: due studentesse discriminate perché lesbiche

«Sesso troppo rumoroso nella residenza universitaria»: due studentesse discriminate perché lesbiche

Il sesso giudicato troppo rumoroso avrebbe fatto finire nel mirino degli omofobi una coppia di studentesse lesbiche a Padova. Secondo quanto riportato dal "Gazzettino", a firma di Alberto Rodighiero, le ragazze sarebbero state vittime di bullismo da parte di una decina di studenti. Protagoniste della vicenda Giulia Bellomia, 27enne romana che studia Psicologia, e la 21enne Luana Strada, originaria di Ostuni ed iscritta alla facoltà di Lingue.

Eleonora Giorgi e il problema con l'eroina: «Così mi sono salvata»​
Meghan Markle di nuovo su Instagram? Le prove del suo ritorno in incognito


Entrambe vivono nella residenza universitaria dell’Esu Copernico di via Tiepolo. «Io no ho mai avuto problemi né in facoltà né negli studentati dove ho vissuto – racconta Bellomia – Quando, però, lo scorso ottobre ci siamo trasferite nella residenza Copernico, tutto è cambiato».



«Ad un certo punto una ragazza ci ha bussato alla porta facendoci sapere che, quando facciamo l’amore, siamo troppo rumorose e la cosa dà fastidio a tantissime persone. Persone che avrebbero iniziato a riunirsi parlando male di noi» aggiunge. «Mi pare del tutto evidente che qui si sta criminalizzando l’atto sessuale fatto da due persone dello stesso sesso – aggiunge – Non credo che siamo l’unica coppia che nella residenza fa l’amore. I rumori di tutti i generisono la normalità in un contesto come questo. Solo con noi però se la sono presa».
Venerdì 19 Aprile 2019, 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA