Bergamo, sesso con alunno di 13 anni. Professoressa di 40 anni arrestata. La donna si giustifica: «Ci amiamo»
di Simone Pierini

Bergamo, sesso con un alunno di 13 anni. Professoressa di 40 anni agli arresti domiciliari. La donna si giustifca: «Ci amiamo»

Scandalo a Bergamo. Una professoressa di 40 anni è ai domiciliari per abusi su un suo alunno minorenne di 14 anni. Lo scrive oggi il Corriere della Sera. All'epoca dei fatti la vittima ne aveva 13. La segnalazione è arrivata in Procura e in una settimana gli investigatori hanno raccolto elementi ritenuti sufficienti per chiedere una misura cautelare. 

Abusi sessuali su allieva di 12 anni, allenatore 66enne condannato a 6 anni di carcere

Adescavano studenti minorenni per abusare di loro

Studentessa universitaria molestata dal prof. Telecamera nascosta in aula



La donna, che ha due figli frutto di un matrimonio finito male, si è difesa sostenendo di essersi innamorata del suo giovanissimo studente e assicurando come il rapporto tra i due sia consenziente. 

Milano, pedofilia: arrestate quattro persone e sequestrate migliaia di foto

A confermare questa tesi sarebbero i messaggi che i due si scambiavano con il cellulare. Tuttavia ciò non pò giustificare quanto avvenuto poiché la legge vieta rapporti sessuali con un minore fino ai 14 anni e, ancora di più, fino ai 16 se l'adulto è un genitore o un insegnante, come il caso in questione. Secondo le indagini a scuola nessuno si è accorto di nulla. 

Il ragazzo, le cui generalità non sono ovviamente state rese note per salvaguardare la privacy, in questi giorni è alle prese con l'esame di terza media.  
Ultimo aggiornamento: 21 Giugno, 12:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA