«Hanno fatto danni al bar». Il titolare corre a vedere e i ladri gli ripuliscono casa

«Hanno fatto danni al bar». Il titolare corre a vedere e i ladri gli ripuliscono casa

SENIGALLIA I teppisti gli rovesciano arredi e fioriere fuori dal locale e quando torna a casa la trova svaligiata dai ladri. Il bottino si aggira intorno ai 30mila euro. Una giornata decisamente nera per Michael De Vita, titolare della gelateria Crema e Cioccolato sul lungomare Alighieri, che la mattina durante la settimana ha uno stand al mercato di Ancona.

«La mattina sono andato a fare il mercato ad Ancona – racconta – quando ero lì mi ha chiamato la ragazza del bar di fianco alla mia gelateria, dicendomi di aver trovato dei danni fuori dalla mia attività. Così sono andato a vedere. Non sono ripassato da casa tornando da Ancona ma sono andato subito in gelateria a vedere. Verso le 14 quando sono rientrato a Marzocca ho visto il resto». Una coincidenza o qualcuno lo stava tenendo d’occhio? Viene spontaneo chiederselo anche se lui non ne ha idea. «Ho trovato tutto a soqquadro - prosegue nel racconto -. Hanno provato anche a smurare la cassaforte ma si sono fermati, si vedono solo dei segni». I ladri hanno rovistato ovunque. Per entrare hanno forzato una finestra sul retro. Hanno aperto cassetti, sportelli e ante e tirato fuori tutto, cercando e trovando i soldi e alcuni orologi di valore. 

«Il bottino più o meno è sui 30mila euro – spiega – domani andrò a sporgere denuncia dai carabinieri dopo aver ricontrollato meglio. I contanti erano 7mila euro, gli incassi delle attività che ancora non avevo portato in banca. Purtroppo la cassaforte non la utilizzo mai perché so che è il primo posto dove vanno a controllare, infatti hanno cercato di smurarla. Però hanno rovistato davvero ovunque ed hanno trovato quello che cercavano». Hanno tolto il quadro che copriva la cassaforte e iniziato con qualcosa di appuntito a rompere il muro intorno. Forse l’arnese di cui disponevano non era abbastanza potente però oppure qualche rumore sospetto dall’esterno deve averli indotti a fermarsi. Hanno aperto anche i cassetti della cucina, cercando tra tovaglie e posate, e pure lo sportello del contatore. Insomma nulla è stato lasciato al caso.

L’esercente in passato aveva subito altri furti e nel 2018 anche una rapina mentre rientrava a casa. I banditi incappucciati lo avevano atteso in garage per sottrargli l’incasso dell’attività che si era portato dietro. Circa 4mila euro. Nella fretta purtroppo non sempre riesce a portare i soldi in tempi rapidi in banca e a volte capita che se li porti a casa. Adesso vuole lasciare via Capri a Marzocca dove pensava di aver trovato un angolo di paradiso. Anche il 2019 era stato sfortunato come anno perché aveva riportato delle gravi ferite cadendo dallo scooter sul lungomare Alighieri. Stava rientrando a casa dopo il lavoro e, per evitare un cane che gli attraversava, era caduto. 

«Me ne vado – si sfoga – non ci voglio stare più qui, troppi brutti ricordi, cambio casa». Qualcuno potrebbe aver notato che è una persona abitudinaria e che ieri mattina sarebbe rimasto ad Ancona al mercato. Inoltre i vicini erano andati via. «Qualche dubbio ce l’ho – conclude – ma lasciamo che siano i carabinieri a fare le indagini».
Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Gennaio 2020, 10:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA