Selfie proibiti sul Duomo di Como, denunciati 4 francesi, due ragazzi e due ragazze, e un italiano

Sempre più spesso giovani cercano situazioni al limite e molto pericolose per il gusto di una foto da postare sui social a caccia di like

Selfie proibiti sul Duomo di Como, denunciati 4 francesi, due ragazzi e due ragazze, e un italiano

Sempre più in cerca di emozioni forti, situazioni estreme e pericolose. Giovani alla ricerca del selfie più stupefacente, per catturare più like. E' probabilmente quello che cercavano cinque ragazzi che in vacanza sul lago di Como sono saliti in cima al Duomo, per poi passeggiare tra le sue guglie; i protagonisti sono quattro francesi, due ragazzi e due ragazze, ed un quinto italiano, di età compresa tra i 22 e i 27 anni, che sabato mattina sono stati osservati dai passanti, mentre camminavano sul Duomo a 30 metri d'altezza, come se nulla fosse, scrive in un articolo Il Giorno.

«Presenze maligne in casa», il rocker Ozzy Osbourne: panico in camera da letto, c'è uno sconosciuto che mi aspetta

 

Free climber in città

In pochi minuti sono arrivati polizia e vigili del fuoco che sono saliti sulla cattedrale della città di Como e hanno fatto scendere il gruppo di ragazzi, che hanno spiegato di essere saliti per scattare selfie e girare dei video. Tutto in nome dei social. I ventenni, che dapprima hanno fornito false dichiarazioni sulla loro "professione", invece, dicevano il vero. Sono free climber, già denunciati in Francia, Italia e nel resto d’Europa per essere saliti sugli edifici senza alcun permesso.

Barbie Madam Walker, la bambola celebra la prima donna afro-americana diventata milionaria

 

A caccia del rischio

Ma la ricerca di situazioni molto pericolose, tra i giovani, sembra sempre più dilagante. A Grottammare, (Ascoli Piceno) scrive il Corriere Adriatico, un gruppo di ragazzini minorenni, forse per il gusto di un selfie diverso o di un gesto vandalico, ha messo una bicicletta sui binari della linea ferroviaria Adriatica per poi allontanarsi. Per fortuna alcuni testimoni hanno assistito alla scena, ed allertato il 112, che ha predisposto il pronto intervento degli agenti della polizia ferroviaria di Ancona per rimuovere la bici, evitando l'impatto con il treno, che sarebbe potuto essere molto pericoloso. 

Vandali ad Ancona

Ad Ancora, invece, un gioco solo per il gusto di vandalizzare. In piena notte nel parco che affaccia su via Monte Nerone, è stato appiccato il fuoco sotto due altalene per bambini. Nessun danno grave, oltre ai giochi per i bimbi, ma se le fiamme non si fossero spente, le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi, trovandosi in un'area verde.


Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Agosto 2022, 11:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA