Sea Watch, «arrestate Carola Rackete per il suo bene: i poveri le fanno schifo»

Sea Watch, «arrestate Carola Rackete per il suo bene: i poveri le fanno schifo»

Mentre la nave Sea Watch continua il suo stallo al largo del porto di Lampedusa con 42 migranti a bordo, arrivano accuse durissime nei confronti della capitana Carola Rackete, diventata il simbolo della disobbedienza contro Matteo SalviniFrancesca Immacolata Chaouqui, coinvolta nello scandalo VaticanLeaks, in un post su Facebook ha usato parole al vetriolo nei suoi confronti.

Sea Watch, la capitana rischia maximulta. Salvini: «Non sono naufraghi, pagano 3mila dollari»


«Guardatela bene - scrive a corredo di una foto della stessa Carola - Un mio collaboratore anni fa, giovanissimo aveva si e no 22 anni, alla fine di un summit sulle povertà mi disse una frase che non dimenticherò mai riferendosi ad una “Carola” con cui avevamo dovuto lavorare. “Francè a questa i poveri gli fanno schifo, sono solo una scala per arrivare ai ricchi, sfidarli e cercare di far capire che nonostante tutto lei è meglio di loro”».
 

La capitana della nave rischia fino a 50mila euro di maximulta: Salvini l'ha definita 'una sbruffoncella'. «A distanza di anni, mai riflessione migliore - conclude il post della Chaouqui - Arrestatela, per il suo bene, e per chi a questi poverini ruba la vita in cambio di una speranza»
Giovedì 27 Giugno 2019, 10:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA