Scuolabus finisce fuori strada: feriti 28 bambini, nessuno è grave. L'autista: "Un malore, non ho visto più nulla"

Video
Piccoli volti insanguinati su cui si leggeva la paura. Un rientro da scuola che mai più dimenticheranno i trenta tra bambini e ragazzi, alunni delle elementari e medie del Comune di Castellucchio (Mantova), diretti a casa al termine della prima giornata di lezioni dopo le lunghe vacanze natalizie. Solo per puro caso quel viaggio quotidiano non si è trasformato in tragedia quando, poco dopo le 13 di oggi, il pullman dell'Azienda di autotrasporto pubblico provinciale Apam, adibito a scuolabus, è uscito di strada, forse per un malore dell'autista, piegandosi su di un lato nel fossato che scorre lateralmente alla strada che collega Mantova a Cremona.

L'incidente è accaduto poco dopo Castellucchio, mentre il pullman stava riportando a casa i bambini nelle vicine frazioni di Ospitaletto e di Gabbiana. Il bilancio finale parla di dieci tra ragazzi ricoverati negli ospedali di Mantova, Pieve, Castiglione delle Stiviere e Desenzano e di due, una bambina e l'autista colto da malore, in codice rosso, la prima trasportata a Brescia in eliambulanza e il secondo, sempre con l'elisoccorso all'ospedale di Verona. Nessuno di loro è in pericolo di vita. Gli altri 18 feriti sono stati medicati sul luogo dell'incidente dove è stato allestito un posto medico avanzato, una sorta di ospedale da campo per non intasare il pronto soccorso del nosocomio Carlo Poma dove è scattato il piano di emergenza, con il personale che stava smontando richiamato in servizio e l'allertamento dei reparti di pediatria e rianimazione e un ingresso laterale d'emergenza aperto solo agli altri pazienti del pronto soccorso. Solo un bimbo, uscito illeso, è stato subito riconsegnato ai genitori, gli altri, ancora sotto choc, soltanto dopo le medicazioni.

 
 

L'incidente è avvenuto in un tratto rettilineo. All'improvviso il pullman, su cui viaggiavano 30 studenti più il conducente, ha sbandato ed è finito nel fossato adagiandosi su un fianco. I primi ad intervenire sono stati l'autista e i passeggeri del pullman di linea che seguiva lo scuolabus. Sono riusciti ad aprire lo sportello della corriera incidentata e, grazie ad una catena umana, a far uscire uno alla volta i piccoli passeggeri. Subito sono stati allertati i soccorsi giunti sul posto con sette ambulanze e un'eliambulanza, oltre ai vigili del fuoco. «Penso di avere avuto un malore - ha detto l'autista, Paride Mossini, 43 anni di Mantova, ai soccorritori - ad un tratto non ho più visto nulla».

Momenti di paura, stamane, anche a Torricella Sicura (Teramo), per uno scuolabus che ha preso fuoco mentre trasportava i bambini. L'incendio si è sviluppato nel vano motore collocato nella parte anteriore del bus. La conducente ha visto subito il fumo e,fermato il mezzo, ha cominciato a far scendere gli alunni con l'aiuto di una assistente e li ha messi al sicuro. Le fiamme in pochi minuti hanno avvolto il veicolo, distruggendolo, e si sono estese ad alcune auto parcheggiate. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco del comando provinciale di Teramo. Infine gita scolastica su un bus bloccata dalla Polstrada in partenza per una crepa sul parabrezza. È successo questa mattina a Colle Val d'Elsa (Siena) dove 32 studenti del liceo Volta stavano per partire in direzione Roma per una visita a Colosseo e Musei Vaticani.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Gennaio 2018, 20:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA