Incredibile nella scuola più severa d'Italia: su due classi neanche uno studente promosso

Livorno, la scuola superiore più severa d'Italia: su tre classi solo un promosso

La scuola più severa d'Italia si trova a Livorno. Al polo scolastico toscano dell'Istituto Trasporti e Logistica ”A. Cappellini” e del professionale “L. Orlando” su due classi di 24 ragazzi nessuno è riuscito a passare l'anno e a settembre dovranno tutti ripetere la stessa classe. Sempre al Cappellini in un'altra classe è stato promosso solo un ragazzo, bocciati gli altri 16 studenti. Nel caso dell'istituto nautico 40 studenti su 41 non sono stati ammessi all'anno successivo e non solo per problemi di condotta ma perché la scuola ritiene che i ragazzi hanno tutti grandi mancanze nelle materie di base. Al polo livornese però non è la prima volta che si verifica una situazione così; già in passato era successo che due classi erano state interamente bocciate

«Federico dovevi essere qua con noi a fare la maturità». Una rosa sul banco vuoto per il compagno morto


“L'Iis Buontalenti Cappellini Orlando non riesce a garantire il successo formativo per tutti i suoi studenti, benché i criteri di valutazione adottati siano giudicati adeguati. Complessivamente i risultati scolastici sono insufficienti, come dimostrano i dati disponibili: percentuali di promozione alla classe successiva, abbandoni del percorso scolastico, numero dei diplomati, voto conseguito all'esame conclusivo” recita il Rapporto di Autovalutazione dove è la scuola stessa ad ammettere che c'è un'emergenza educativa, che non riguarda solo le negatività dei voti ma anche il comportamento dei ragazzi e la presenza assidua di scuola e attività scolastiche.
Lunedì 25 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-06-25 23:09:16
Lo fanno ancora...
2018-06-25 18:39:26
Mi ricordo che arrivati al 3*anno di scuola media molti ragazzi venivano promossi xche’i prof.se li volevano levare di torno..ragazzi già ripetenti o troppo vivaci (x nn dire maleducati),cmq complimenti alla scuola.
DALLA HOME