Savona, uccide la ex al karaoke: si è costituito Domenico Massari. «Non sono pentito»

Si è costituito nel carcere di Sanremo intorno alla mezzanotte Domenico Massari, l'uomo che sabato sera ha ucciso a colpi di pistola l'ex moglie Deborah Ballesio mentre cantava al karaoke. Massari, dopo l'arresto, ha dichiarato: «Non sono pentito di quello che ho fatto. Mi spiace solo per gli innocenti coinvolti». Poi si è rifiutato di nominare un avvocato di fiducia: «Sono consapevole di quello che ho fatto, mi basta quello d'ufficio». La pistola usata per l'omicidio è risultata rubata.

Savona, Domenico Massaro prima di uccidere Deborah Ballesio: i momenti precedenti l'omicidio nel video della Polizia




Massari ha esploso 3 colpi in aria, per attirare l'attenzione all'esterno del carcere di Sanremo, poi quando il personale è uscito armato e gli ha intimato il fermo e di lasciare la pistola, lui ha accettato e si è fatto ammanettare senza alcuna difficoltà e senza opporre resistenza. È quanto accaduto ieri notte fuori dalla struttura carceraria di Valler Armea, a Sanremo, dove Domenico 'Mimmò Massari, l'uomo che sabato sera ha freddato a colpi di pistola l'ex moglie Deborah Ballesio all'interno di un ristorante di Savona, si è presentato spontaneamente costituendosi alle forze dell'ordine che da ore lo cercavano in tutta la Liguria e nel resto d'Italia.  Una fuga dopo il delitto durata poco più di 24 ore e terminata a Sanremo, dove Massari era già stato detenuto e aveva scontato 2 anni di carcere per i suoi trascorsi giudiziari, dopo aver dato fuoco al locale della ex moglie e dopo le denunce per molestie nei confronti della donna. L'uomo è stato riconosciuto dagli agenti penitenziari: rispetto alla foto diffusa dagli inquirenti nelle ore delle ricerche era senza baffi e con i capelli corti. «Vi conosco, sono stato qui», le poche parole dette agli agenti.

Sabato sera Domenico «Mimmo» Massari, 54 anni, savonese, una gioventù ai margini della legalità, oggi meccanico disoccupato, si è armato di una pistola e in mezzo ai vacanzieri raccolti a cantare in un locale balneare della riviera ligure ha ucciso con 5 colpi di pistola la donna che odiava, Deborah Ballesio, 39 anni.
 
 


Le ha sparato senza pietà sul palco del karaoke che lei aveva organizzato all' 'Acquario' di Savona. Lei lo aveva eliminato dalla propria vita, non potendo più sopportare sopraffazione, cattiveria e violenze. Prima di ucciderla le aveva detto «ti ricordi di me?», poi ha premuto il grilletto. I colpi hanno ferito anche altre tre persone. Era fuggito subito dopo il delitto, allontanandosi a piedi, e facendo perdere le tracce. È stato ricercato per ore. Gli inquirenti avevano anche diffuso una sua foto nella speranza di ricevere segnalazioni.
Lunedì 15 Luglio 2019, 08:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA