Sara Pedri, chiesto il licenziamento immediato dell'ex primario

Sara Pedri, chiesto il licenziamento immediato dell'ex primario

Licenziamento immediato per il primario che avrebbe spinto Sara Pedri ad allontanarsi e presumibilmente a togliersi la vita. Questa è la richiesta avanza dalla Commissione disciplinare dell'Apss, l'Azienda provinciale per i servizi sanitari della provincia di Trento. L'ex primario del reparto di ginecologia del Santa Chiara, Saverio Tateo, sembrerebbe essere uno dei responsabili della scomparsa della giovane ginecologa.

 

Leggi anche > Viviana Parisi e Gioele, il marito intercettato: «Voglio tanti soldi per andare in tv»

 

La dottoressa, originaria di Forlì scomparsa lo scorso 4 marzo dopo aver lavorato per diversi mesi nell'ospedale gestito da Tateo. Dalle indagini condotte in questi mesi la giovane donna sembrerebbe essere stata vittima di mobbing, come anche altre colleghe e infermieri del reparto. Vessata e presa di mira stava pensando di dare le dimissioni, come aveva confessato alla sorella, ma poi è sparita nel nulla.

 

Dopo numerose testimonianze a suo sfavore Tateo è stato trasferito anche se al momento non è ancora stata presa alcuna decisione a suo carico. Ora invece la richiesta è di licenziamento immediato. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 3 Settembre 2021, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA