San Gennaro Vesuviano, papà lancia la figlia dal balcone. La disperazione della mamma medico: ha provato a rianimarla

di Matilde Andolfo
Quando l'ha vista a terra, immobile e con la testina reclinata su un lato, si è precipitata fuori da casa, ha preso il corpicino tra le mani e con tutto il fiato che aveva in petto ha cominciato a praticarle la respirazione bocca a bocca nel disperato tentativo di rianimarla. Mamma e medico, la 31enne Agnese D'Avino non è tuttavia riuscita a salvare la sua Ginevra, 16 mesi appena, scaraventata da suo marito e padre della piccola, Salvatore Narciso, che l'ha lanciata dalla finestra al secondo piano del palazzo dove abita la famiglia D'Avino, in via Cozzolino a San Gennaro Vesuviano, popoloso comune del Napoletano.
Dopo la follia Salvatore ha tentato di uccidersi, gettandosi anche lui di sotto. Ricoverato all'ospedale Cardarelli di Napoli, ma le sue condizioni non sono gravi.

San Gennaro Vesuviano, bimba uccisa a 16 mesi: il papà resta in ospedale, rinviato l'interrogatorio
Martellate a moglie e figlia per ucciderle: 59enne arrestato. «L'altro figlio ha chiamato la polizia»
 
 


All'origine del gesto una violenta lite scoppiata la notte prima nell'appartamento della coppia che si trova a pochi metri dalla Reggia di Caserta. Sembrava un lunedì come tanti. Ma non per Salvatore, 35 anni, imprenditore. Il litigio della sera prima tra lui e la moglie non lo aveva fatto dormire. La prospettiva di una separazione e il terrore di vedere il suo mondo sgretolarsi lo hanno rabbuiato. Nella notte insonne ha rivisto, come in un film, i momenti della loro vita felice. Salvatore aveva sposato la sua Agnese nel dicembre 2016, dopo qualche tempo era nata Ginevra. Sembrava la famiglia perfetta. Ma evidentemente non era così. Il peso della conclusione del rapporto diviene insopportabile. E allora meglio farla finita, avrà pensato Salvatore che mette in atto il suo diabolico piano.

La famiglia Narciso si ritrova, come spesso accade, a casa della madre di Agnese a San Gennaro Vesuviano. La nonna della piccola Ginevra, Lisa Bifulco, è molto nota in città: è un'insegnante ed è stata consigliere comunale. «Una famiglia perbene - raccontano i vicini -. La piccola Ginevra qui era di casa. La nonna stravedeva per lei». Della tragedia avvenuta ieri intorno a mezzogiorno, si sa che Agnese era intenta a caricare la lavatrice, così il marito ne approfitta per attuare il suo piano. Afferra la bimba e, dal piano terra dove è l'abitazione, sale sulla tromba delle scale e dalla finestra al secondo prima lancia la bambina e successivamente si butta lui. La piccola muore sul colpo. Lui viene trasportato dagli operatori del 118 al Cardarelli e ieri sera è stato sottoposto ad un delicato intervento chirugico alla colonna vertebrale. Ai magistrati, finora, non ha detto una parola.

riproduzione riservata ®
Martedì 16 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA