Il mistero di Samira, si cerca il corpo in un pozzo: trovate ben 12 tracce
di Camilla Bovo - Gabriele Pipia

Mamma scomparsa, si cerca il corpo di Samira El Attar in un pozzo: trovate 12 tracce

Samira El Attar, le ultimissime notizie sul caso della mamma scomparsa in provincia di Padova. Dopo la cattura del marito indagato per omicidio e occultamento di cadavere, che era in fuga in Spagna, ora gli inquirenti tornano a cercare il corpo della donna.

STANGHELLA - Una macchina con i colori d’ordinanza e un’auto civetta. Alle 16.05 di ieri i carabinieri sono tornati a Stanghella, in via Gorzon Sinistro Inferiore, a pochi passi da un casolare già ispezionato. Lo hanno fatto per aprire un vecchio tombino sotto il quale un residente avrebbe segnalato esserci un vecchio pozzo in disuso. Dentro c’era ancora dell’acqua. I militari lo hanno controllato utilizzando delle pile, per vedere se all’interno potesse esserci qualche traccia del corpo di Samira o comunque qualche elemento utile alle indagini sulla donna misteriosamente scomparsa da esattamente tre mesi.
 
 


Il nuovo sopralluogo dei carabinieri, l’ennesimo negli ultimi 90 giorni tra le campagne della Bassa Padovana, è durato fino alle 16.30. Tutto sarebbe partito dalla chiamata di un uomo di Stanghella che vive proprio nella zona in cui il marito Mohamed si è fermato, secondo la ricostruzione degli investigatori, tre ore in piena notte dopo la sparizione della donna. Dai primi controlli sul tombino non sarebbe emerso alcun elemento utile ma nuovi sopralluoghi con altra strumentazione potrebbero essere effettuati nei prossimi giorni. 

LE ANALISI
Continua nel frattempo l’attesa per conoscere i risultati delle analisi effettuate dai Ris di Parma. Proprio nell’area in cui insiste il casolare nuovamente ispezionato ieri dai carabinieri, fino all’argine del Gorzone, i cani molecolari hanno trovato nei giorni scorsi numerose tracce biologiche: ben dodici, accuratamente raccolte ed esaminate dai Ris. Oltre a questi, i cani hanno scovato e segnalato un vecchio paio di scarpe da ginnastica da donna e uno di stivali di gomma da uomo, comunemente usati dagli agricoltori nei campi. Anche Mohamed, bracciante agricolo, ne usava di simili quando i terreni diventavano troppo fangosi per utilizzare altre calzature. I cani molecolari avevano mostrato interesse per del fogliame, il rubinetto di una fontanella e lo stipite di un cancello, dai quali sono state prelevati i campioni oggetto delle analisi dei Ris. Non sarebbero state trovate tracce ematiche, ma per capire se vi siano elementi biologici riconducibili a Mohamed Barbi o a Samira El Attar ci vorrà ancora del tempo. Ben più rapido sarà il rientro di Moahmed in Italia, arrestato in Spagna, atteso forse già per le prossime ore.
 

Mamma scomparsa, le ultime notizie sul caso di Samira El Attar

Mohamed dalla Spagna: «Fuga? Avevo già preso il biglietto per tornare»
Mamma scomparsa, "Tanti auguri amore mio": ecco il post che ha scatenato la gelosia di Mohamed
Mamma scomparsa, i cani molecolari trovano tracce di Samira e uno stivale sospetto
Mamma scomparsa, «Tracce di sangue a casa e in auto». Nel cellulare del marito di Samira l'ultimo mistero
VIDEO Ecco come è finita la fuga del marito della mamma scomparsa a Padova
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Gennaio 2020, 11:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA