Nonnismo, Samantha Cristoforetti: «Anche io "battezzata" in piscina? Per me fu bellissimo»

di Paolo Ricci Bitti
Siccome è una che non fa nulla per caso, diventa notevole l'ultimo  tweet che Samantha Cristoforetti ha postato all'indomani delle polemiche su presunti atti di nonnismo ai danni del sergente ventenne Giulia Jasmine Schiff a Latina.

"Nel lontano 2001, dopo il mio primo volo da solista al 70° Stormo di Latina. Uno dei giorni più belli della mia vita. Un grande in bocca al lupo alle allieve pilote e agli allievi piloti dell'Aeronautica Militare che oggi stanno lavorando duramente per realizzare il loro sogno", ha scritto il capitano pilota Cristoforetti, prima astronauta dell'Agenzia spaziale europea e Agenzia spaziale italiana.

Anche a lei era toccato, dopo aver conquistato le ali con l'aquila turrita da pilota, il bagno nella fontana seguito dal bacio al pinguino. Un bacio d'addio a un volatile che non vola una volta che si è appunto diventati in grado di volare.

 
Il tweet è difficilmente inquadrabile in un improvviso momento di nostalgia della pilota trentina, top gun sugli Amx: il post arriva dopo la denuncia di episodi di nonnismo e sessismo presentata dalla ventenne Giulia Jasmine Schiff, sergente di Mira, contro i colleghi del corso Bpa (Brevetto Pilota di Aereo) che sarebbero avvenuti nella base dell'Aeronautica militare di Latina Scalo. 

Denuncia accompagnata dal video di quanto avviene da sempre quando si diventa piloti in quella base, compreso il fatto di essere stati lanciati, nell'aprile dell'anno scorso, nella piccola fontana sormontata dal pinguino. La Schiff, in settembre, viene poi "espulsa per insufficiente attitudine militare" dall'accademia di Pozzuoli.  

La segnalazione alla Procura militare del sergente veneto, con presa di posizione pure del ministro Trenta che "chiede chiarezza", aveva già innescato la reazione di altri piloti. Ecco allora un altro video con la "cerimonia del pinguino" a cui partecipa, e non come "vittima", la stessa Schiff.

Di video così da Latina, insomma, ne esistono tanti, probabilmente uno per ogni nuovo pilota da quando abbiamo i cellulari con le videocamere. 
Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA