Saman, lo zio estradato in Italia atterra a Bologna: andrà in carcere a Reggio Emilia

Saman, lo zio estradato in Italia atterra a Bologna: andrà in carcere a Reggio Emilia

Lo zio della 18enne scomparsa è accusato di essere l'esecutore materiale dell'omicidio

Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas accusato di aver ucciso la nipote e di aver nascosto il corpo, è appena atterrato all'aeroporto di Bologna. L'uomo, 34 anni, è stato estradato dalla Francia partito dall'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi.

 

Leggi anche > Pedofilia, 497 vittime di abusi a Monaco: «Errori di Ratzinger in quattro casi»

 

Saman, lo zio estradato in Italia

Danish Hasnain è sospettato di essere l'esecutore materiale dell'uccisione della nipote. Secondo gli inquirenti, l'omicidio sarebbe avvenuto in concorso con altri quattro familiari. Saman Abbas era scomparsa da Novellara (Reggio Emilia) il 30 aprile 2021 e non è mai stata ritrovata. Sul 34enne pendono le accuse di sequestro di persona, omicidio volontario e occultamento di cadavere: era destinatario di un mandato d'arresto europeo ed era stato individuato e arrestato vicino Parigi il 22 settembre scorso.

 

Saman, lo zio atterrato a Bologna

Danish Hasnain, 34 anni, zio paterno di Saman Abbas, è atterrato all'aeroporto Marconi di Bologna, su un volo militare decollato da Parigi. Al termine delle formalità di rito sarà portato in carcere a Reggio Emilia. La Procura reggiana e i carabinieri lo accusano di essere l'esecutore materiale dell'omicidio della nipote, in concorso con altri familiari, 18enne scomparsa da Novellara dal 30 aprile. Giacca grigia e jeans, Hasnain è stato prelevato al Marconi dai militari del nucleo investigativo di Reggio Emilia. Nei prossimi giorni sarà interrogato. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Gennaio 2022, 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA