Ragazzino di 14 anni trovato morto in casa dalla madre: era in una pozza di sangue

Ragazzino di 14 anni trovato morto in casa dalla madre: era in una pozza di sangue

SALGAREDA - Tutto in un attimo. La madre apre la porta della camera da letto del figlio. E trova il corpo riverso in una pozza di sangue. Così la tranquilla serata invernale di una famiglia già provata dalla sorte, diventa incubo. E le poche certezze della quotidianità si sgretolano come sabbia. E successo ieri sera a Salgareda, in via Roma, proprio di fronte al municipio. Una tragedia sulla quale è doveroso andare cauti. Non c'è solo la vita, e la morte, di un ragazzino di mezzo. Ci sono anche le implicazioni di un decesso che per adesso rimane avvolto nel mistero.

Il suicidio, è bene dirlo subito, è fra le ipotesi contemplate. Difficile da spiegare, impossibile da comprendere fino in fondo. Ma è un'ipotesi che pur sfidando le leggi della ragione, troppe volte ha trovato conferma nei fatti. Poi c'è l'altro scenario, quello più probabile: il malore. Un'emorragia devastante che ha sorpreso il ragazzino facendolo precipitare in uno stato di incoscienza alla quale presto è subentrata la morte senza che nessuno potesse soccorrerlo. La madre, di fronte al corpo senza vita del figlio, ha chiamato il Suem che si è immediatamente mosso con tutti gli operatori in servizio. Poi si è arresa al dolore, talmente forte e lancinante da aver richiesto un presidio medico urgente anche per lei.

A mezzanotte i carabinieri erano ancora nell'appartamento di via Roma in attesa dell'arrivo della Scientifica. La madre della vittima, vedova da alcuni anni, è stata raggiunta da familiari e conoscenti che hanno cercato di darle un minimo conforto. La donna ha un altro figlio, più piccolo, anch'esso in casa al momento della tragica scoperta.

 
Domenica 25 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME