Sacerdote invia foto hot nella chat della parrocchia: la diocesi lo allontana. Lui si difende: «Mi hanno hackerato»

Sacerdote invia foto hot nella chat della parrocchia: la diocesi lo allontana. Lui si difende: «Mi hanno hackerato»

Una foto hot inviata nella chat della parrocchia, un gruppo Whatsapp riservato ai genitori dei bambini che riceveranno la comunione e la cresima. Per questo motivo un sacerdote è stato allontanato dalla Diocesi di Padova. Il responsabile è un prete di 73 anni, collaboratore del parroco, che si è difeso respingenge le accuse: «Mi hanno hackerato il cellulare».

«Appena appreso il fatto e in attesa di valutare le esatte circostanze dell'accaduto e di eventuali ulteriori provvedimenti da attuare nei confronti del sacerdote - sottolinea una nota - la Diocesi ha provveduto immediatamente ad allontanarlo dalla parrocchia dove prestava servizio e da qualsiasi altro ambito pastorale, a tutela della serenità delle persone coinvolte e di tutta la comunità».

Era stato lo stesso prete a creare la chat con l'aiuto di due catechiste, per tenersi aggiornati sulle informazioni che riguardavano la parrocchia. Tra un messaggio e l'altro è spuntata la foto hot che ha mandato su tutte le furie i genitori dei bambini. 

 
Martedì 22 Ottobre 2019, 22:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA