Roma cinguetta, Napoli fa più video, a Milano piace Fb: ecco l'Italia social. Il Covid spinge il digitale nella PA
di Mario Fabbroni

Roma cinguetta, Napoli fa più video, a Milano piace Fb: ecco l'Italia social. Il Covid spinge il digitale nella PA

A Napoli piace troppo fare video: all’ombra del Vesuvio le istituzioni comunicano con i cittadini soprattutto a suon di immagini su YouTube. Roma e Milano invece preferiscono foto e testi scritti, con la Capitale che cinguetta su Twitter come nessun altra città e il capoluogo lombardo che si distingue su Facebook.
Ecco l’Italia delle comunicazioni istituzionali, letteralmente contagiata dall’accelerazione digitale imposta dal Covid-19. 
I dati del Rapporto “iCity Rank 2021” saranno presentato il 23 novembre al Forum PA Città, ma gli esperti FPA (società del gruppo Digital360) anticipano che l’indice di copertura delle tre principali piattaforme (Facebook, Twitter e YouTube) è passato dal 69% all’88% in soli 4 anni. I 107 Comuni capoluogo italiani hanno 101 pagine Facebook, 100 canali YouTube e 82 profili Twitter. Ci sono 21 amministrazioni che hanno tutti i social (Facebook, YouTube, Twitter, Linkedin, Messenger, Instagram e Telegram). Ma spesso il problema è rappresentato dalla gestione dei contenuti: infatti il 7% delle pagine Facebook, il 15% dei canali YouTube e il 25% dei profili Twitter è aggiornato meno di una volta al mese. 


FACEBOOK. La classifica per numero di follower assoluti su Facebook vede in testa i comuni con più abitanti come Roma (476mila follower), Milano (216mila), Torino (144mila) e Napoli (142mila). Il loro tasso di penetrazione (quoziente follower ogni 100 abitanti pari o superiore a 50) però non è alto (15 su 100). Fa eccezione Bologna, quinta per follower (135mila) e con un tasso di penetrazione di 34,5. In termini relativi, i tassi di penetrazione più elevati si riscontrano a Crotone (62,4), Verbania (53,8), Caserta (50,3), Macerata (49,8) e Rimini (49,3).
TWITTER. Roma, Milano, Torino e Napoli coprono anche il 67% dei follower totali italiani (contro il 30% nel caso di Facebook). Ma se analizzando il tasso di penetrazione tra la popolazione, Firenze è al primo posto con un quoziente di 26,5 follower ogni 100 abitanti davanti a Milano, Torino, Cagliari e Bologna.
YOUTUBE. La graduatoria dei follower su YouTube è guidata con largo margine da Napoli e Genova (rispettivamente con 14.300 e 10.000 iscritti). Per tasso di penetrazione, però è la “piccola” Lodi a guidare la graduatoria, seguita da Pordenone, Reggio Emilia, Genova e Sondrio.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Novembre 2021, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA