Covid, morto a 64 anni il medico no-vax Marescotti: chiamava i virologi «pseudoscienziati»

Covid, morto a 64 anni il medico no-vax Marescotti: chiamava i virologi «pseudoscienziati»

Roberto Marescotti si era ammalato a dicembre, poi le sue condizioni sono peggiorate. Da un mese era in terapia intensiva

Il Covid fa purtroppo un’altra vittima fra i no vax. E’ morto infatti a Ferrara il medico Roberto Marescotti, contrario al vaccino e ricoverato in terapia intensiva a causa del coronavirus da circa un mese. Svolgeva la professione di medico all’ospedale del Delta, a Lagosanto e per le sue posizioni (definiva i virologi “pseudoscienziati)” era stato anche sospeso per un certo periodo di tempo. Marescotti aveva pubblicato un romanzo fantasy,  “Un mostro chiamato virus”.

 

Luigi Cossellu, chi era il no-vax morto dopo essersi strappato il casco dell'ossigeno

 

Muore a 64 anni il medico Roberto Marescotti

 

È morto a 64 anni il medico Roberto Marescotti, originario di Copparo (nel Ferrarese) e convinto no vax, fra i protagonisti del "No paura day", manifestazione nel corso della quale la comunicata locale ha espresso la sua contrarietà al vaccino. Marescotti, non immunizzato, aveva contratto il virus in dicembre e la situazione si è poi aggravata in seguito ed era ricoverato da circa un mese, come spiega Il Corriere di Bologna, nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Sant’Anna di Cona.

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Gennaio 2022, 14:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA