Roberta Siragusa, il fidanzato non risponde al gip: «È scoppiato in lacrime durante l'udienza»

Roberta Siragusa, il fidanzato non risponde al gip: «È scoppiato in lacrime durante l'udienza»

Roberta Siragusa, il fidanzato Pietro Morreale non risponde ai giudici. Il 19enne di Caccamo accusato dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere della giovane 17enne, uccisa, bruciata e lanciata in un burrone, si è avvalso oggi della facoltà di non rispondere. L'indagato, rimasto in silenzio anche davanti ai pm nei giorni scorsi, non ha risposto al gip che oggi deve decidere sulla convalida del fermo deciso a carico del ragazzo dalla procura di Termini Imerese. l'udienza di convalida è in corso. 

 

 

 

Il ragazzo non ha risposto al giudice e, secondo quanto si apprende, sarebbe scoppiato in lacrime durante l'udienza. Il 19enne si è sempre detto innocente. Era stato Pietro a portare i carabinieri, domenica mattina, sul luogo in cui si trovava il corpo di Roberta. Secondo gli inquirenti il ragazzo avrebbe ucciso la fidanzata sabato notte durante una lite scoppiata per motivi di gelosia, mentre erano appartati in auto vicino al campo sportivo di Caccamo, poi avrebbe spostato il corpo in fondo a un dirupo e avrebbe tentato di dargli fuoco.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio 2021, 15:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA