Rita uccisa davanti alle colleghe, arrestato l'ex marito: dopo la fuga si era barricato in un pollaio non lontano da casa

Rita uccisa davanti alle colleghe, arrestato l'ex marito: dopo la fuga si era barricato in un pollaio non lontano da casa

È stato arrestato dai carabinieri Pierangelo Pellizzari, 61 anni, l'uomo accusato di aver ucciso la moglie nel vicentino. È stato rintracciato vicino a casa.

 

 

Pellizzari si era barricato, ancora con la pistola in tasca, in un pollaio di Villaga, il paese dove vive l'anziana madre, a poca distanza dalla casa di via Quargente dove la coppia risiedeva. Ad arrestarlo sono stati i carabinieri. 

 

COSI' L'OMICIDIO

 

Per uccidere l'ex moglie Rita Amenze a Noventa Vicentina, Pierangelo Pellizzari ha esploso almeno quattro colpi di pistola. Secondo quanto emerso da ambienti della Procura, la donna è stata raggiunta da tre proiettili che le hanno sfigurato il volto e da uno alle spalle, dall'alto verso il basso. La vittima ha tentato di ripararsi con le braccia, anch'esse sfiorate dai proiettili. Alla fine Pellizzari ha esploso un colpo in aria per garantirsi la fuga. I testimoni raccontano che con tutta calma ha infilato la pistola nella giacca, è salito sulla sua jeep e si è allontanato. Gli investigatori stanno anche vagliando i frame di un video che ritrarrebbe l'assassino mentre prende il caffè in un bar poco prima di compiere l'omicidio. 

 

 

 

I sommozzatori dei vigili del fuoco di Vicenza avevano cominciato a dragare un canale nei pressi di via Quargente a Villaga (Vicenza), dove l'ex marito di Rita Amenze ha abbandonato la Jeep dopo l'omicidio. Gli investigatori sospettavano che Pierangelo Pellizzari si fosse tolto la vita.

 

 

 

 

 

+++news in aggiornamento+++


Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Settembre 2021, 15:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA