Rita Dalla Chiesa attacca Saviano: «Muore un carabiniere e parla di migranti. Toglietegli la scorta»
di Loris Alba

Rita Dalla Chiesa attacca Saviano: «Muore un carabiniere e parla di migranti. Toglietegli la scorta»

Nella convulsa mattinata di venerdì, dopo l'assassinio del Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega, sui social e sulle agenzie, era possibile leggere migliaia di reazioni, di politici, giornalisti e semplici cittadini. Tra i post più commentati e che hanno accesso una qualche polemica, c'era anche quello di Roberto Saviano, che ha attirato l'attenzione  di Rita Della Chiesa, figlia del Generale dei Carabinieri Carlo Ablerto ucciso dalla Mafia nel 1982. La Dalla Chiesa accusa lo scrittore di polemizzare con la politica, dimenticandosi di parlare della vittima dell'omicidio, un carabiniere di appena 35 anni. 

Carabiniere ucciso: «Uno di meno, sguardo poco intelligente». Il commento choc di un'insegnante, poi le scuse​
 

Un post, quello dello scrittore napoletano, che ha quindi mandato su tutte le furie Rita Dalla Chiesa, che ha accusato proprio Saviano di essere il primo a strumentalizzare una tragedia per attaccare i suoi "avversari" politici
 
I commenti non si sono fatti attendere, con qualcuno che dava ragione alla giornalista e qualcun altro che l'attacava. La Dalla Chiesa, riportando quanto scritto da Saviano, su Instagram ha aggiunto: «Questo ha scritto Saviano nel suo post. A me sembra, in forma buonista, una forma di strumentalizzazione pesante. Poi dite quello che volete. Con la vostra coscienza ci dovete fare i conti voi, non io. Auguratevi di non avere mai bisogno di un Carabiniere o un Poliziotto. Con quello che vi giocate per un cellulare, un ristorante o un paio di gambe che sembrano würstel al mare, loro cercano di far vivere nella dignità’ le loro famiglie. Non una parola sul Vice Brigadiere ucciso. Tenetevi Saviano, i salotti radical chic, e mettete in frigo quel minimo di cervello che avete e che vi impedisce di accettare un confronto con chi non la pensa come voi».
 


Infine, la richiesta agli uomini della scorta di Saviano a ribellarsi: «Gli uomini della sua scorta dovrebbero ribellarsi, dopo quello che ha detto, e lasciarlo solo. E adesso attaccatemi pure. Non me ne importa niente».


Sabato 27 Luglio 2019, 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA