Papà invia la foto della figlia a un pedofilo, poi si sente male e si fa curare: «Ho un problema»

Papà invia la foto della figlia a un pedofilo, poi si sente male e si fa curare: «Ho un problema»

Manda la foto della figlia al pedofilo, ma subito dopo si rende conto di ciò che ha fatto. Un'ex guardia giurata di 45 anni di Rimini è stata accusata di divulgazione di materiale pedopornografico dopo aver mandato a uno sconosciuto la foto della figlia. Quando il mittente ha rinviato l'immagine modificata si è sentito male e ha capito la gravità delle sue azioni.

Leggi anche > Dodicenne accusa un avvocato di 40 anni: «Palpeggiata durante una festa»

Il 45enne ha trovato il coraggio di allontanarsi da quel mondo malato e perverso e ha aiutato la polizia nelle indagini. L'uomo era solo una delle tante persone coinvolte in una rete di pedofili che abusavano di bambini e diffondevano immagini pedopornografiche creando una rete di pedofili sul deep web. L'uomo ha confessato agli agenti di aver fatto parte delle rete di pedofili fino a quando non è arrivato a inviare foto di sua figlia. A quel punto ha iniziato un percorso di psicoterapia capendo di essere malato e di avere bisogno di aiuto.

Il Resto del Carlino ha riportato i dettagli della maxi inchiesta (‘Operazione Tor’) della Polizia postale. La prima ad essere scoperta è stata una madre che abusava del figlio di 10 anni travestita da suora e poi molte altre persone per un numero totale di 50.
Domenica 20 Ottobre 2019, 13:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA