Nuovo dpcm, cosa si può fare e cosa non si può fare nelle Regioni gialle, arancioni e rosse

Nuovo dpcm, regioni gialle, arancioni e rosse: cosa si può fare e cosa no

Il nuovo dpcm con le misure anti-contagio entrerà in vigore da venerdì 6 novembre e dovrebbe scadere il 3 dicembre. La novità è la divisione delle regioni italiane in zone gialle, arancioni o rosse: cosa si può fare e cosa non si può fare in ognuna di queste regioni

 

LE REGIONI ROSSE ARANCIONI E GIALLE

 

I parametri che il Ministero della Salute, sentiti i governatori delle regioni, utilizzerà per dividere le regioni tra gialle, arancioni e rosse sono 21: si va dal numero dei contagi alla percentuale dei sintomatici, ai ricoveri, ai casi nelle Rsa, la percentuale di tamponi positivi, l’indice di contagio RT, il tempo medio tra sintomi e diagnosi, il numero dei nuovi focolai, la percentuale di occupazione dei posti letto nei reparti e in terapia intensiva.

 

 

DPCM COSA SI PUO FARE NELLE REGIONI GIALLE (Abruzzo, Basilicata, Campania,
Emilia.-Romagna. Lazio, Liguria)

Nelle aree con misure meno restrittive, ci sarà il “coprifuoco” (cioè la limitazione della circolazione delle persone) dalle 22 fino alle 5. Dopo le 22 bisognerà giustificare i propri spostamenti (solo per motivi di urgenza, lavoro o salute) con il modulo di autocertificazione. Chiusi musei e mostre, chiudono anche i centri commerciali nelle giornate festive e prefestive (quindi anche nei weekend).

 

Per quanto riguarda la scuola, prevista la didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, mentre le lezioni restano in presenza per le scuole elementari e medie, oltre che per i servizi all’infanzia. Gli alunni dovranno mettere obbligatoriamente la mascherina (tranne i bimbi al di sotto dei 6 anni).

 

Bar e ristoranti chiuderanno alle 18, ma potranno restare aperti a pranzo la domenica. I mezzi pubblici non dovranno superare il 50% di affollamento. Chiusi i corner scommesse e giochi nei bar e nelle tabaccherie. Sospeso lo svolgimento dei concorsi, tranne quelli che si svolgono per via telematica. Restano aperti parrucchieri e centri estetici.

 

DPCM COSA SI PUO FARE NELLE REGIONI ARANCIONI (Puglia e Sicilia)

 

Stesse restrizioni delle regioni gialle, ma con qualche restrizione in più. Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla regione, nonché dal comune di residenza (salvo esigenze di urgenza, lavoro o salute). Sospese le attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, ad esclusione delle mense e del catering: sarà possibile però la consegna a domicilio.

 

DPCM COSA SI PUO FARE  NELLE REGIONI ROSSE (Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta)

 

Vietato ogni spostamento in entrate e uscita dalla regione nonché dal comune di residenza (sempre salvo esigenze di urgenza, lavoro o salute). Chiusi tutti i negozi al dettaglio e i mercati di generi non alimentari: restano aperti alimentari, farmacie, tabaccai ed edicole. Chiusi bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie: consentita la consegna a domicilio e la ristorazione con asporto (fino alle 22).

 

Vietate attività sportive, anche in centri sportivi all’aperto. Sarà consentito svolgere attività motoria ma solo in prossimità della propria casa. Per quanto riguarda la scuola, prevista la didattica a distanza dalla seconda media in su (in presenza solo per scuole dell’infanzia, elementari e prima media).


Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Novembre 2020, 08:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA