Pnrr italiano approvato dalla Ue. Draghi: «Alba della ripresa». Von der Leyen: «Appoggio totale»

Recovery italiano approvato dalla Ue. Draghi: «Alba della ripresa dell'economia». Von der Leyen: «Appoggio totale»

Il Pnrr italiano è stato approvato dalla Commissione europea«La nostra approvazione oggi è fondamento per i 191,5 miliardi» del Recovery plan dell'Italia. «Una volta approvato dal Consiglio nelle prossime quattro settimane, saremo pronti a erogare i primi fondi. È l'inizio di un'attuazione che sarà dura, dovremo lavorare in modo duro e la commissione sarà accanto a voi passo passo. Un'Italia più forte rende l'Europa più forte». Lo dice la presidente della commissione Ue Ursula Von Der Leyen in conferenza stampa con il presidente del Consiglio Mario Draghi a Cinecittà, consegnandogli l'approvazione del piano. E ancora. «Sono qui oggi a dire che avete l'appoggio totale della commissione europea», dice la presidente della commissione Ue Ursula Von Der Leyen.

 

 

Nell'ipotesi - attualmente la più accreditata - che il 13 luglio effettivamente l'Ecofin approvi in via definitiva la prima serie di piani nazionali per ripresa e resilienza tra cui quello dell'Italia, occorrerà almeno una settimana se qualche giorno in più per la firma degli accordi di finanziamento e di prestito fra la Commissione e gli Stati. Ciò rende possibile i primi esborsi entro lo stesso mese di luglio. Al momento, però, non è ancora chiaro se il pagamento dei prefinanziamenti (per l'Italia 24,9 miliardi in tutto) avverrà in un'unica soluzione oppure in due. Per ora la Commissione europea ha raccolto sul mercato 20 miliardi con la prima emissione di bond. Altre emissioni sono previste nelle prossime settimane. Nella proposta al Consiglio di decisione per l'approvazione del piano italiano (seguendo la formula di rito valida per tutti i Paesi) viene espressamente indicato che pre finanziamento e rate degli aiuti (sovvenzioni e prestiti) 'possono essere versati dalla Commissione in una o diverse 'tranche«. Dipenderà dalla raccolta dei fondi sul mercato.

 

Pnrr, Draghi: l'alba della ripresa

«Il luogo scelto per questa cerimonia è molto simbolico. Qui negli anni del dopoguerra il nostro cinema raccontava la vita delle famiglie italiane, prima gli stenti, poi il lavoro e infine l'entusiasmo. Oggi celebriamo qui con l'approvazione del Pnrr quella che io spero sia l'alba della ripresa» dell'Italia, dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa con la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen dagli studi di Cinecittà a Roma.

E poi. I soldi del Recovery devono essere «spesi tutti, ma soprattutto spesi bene, in maniera efficiente, efficace, ma anche con onestà: nelle ultime settimane abbiamo già fatto importanti passi» sulle prime riforme, come governance e semplificazioni. Lo dice il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa con la presidente della commissione Ue Ursula Von Der Leyen a Cinecittà.

«Vorrei ringraziare la presidente per essere qui con noi a Roma. La sua visita segna l'approvazione da parte della commissione del Pnrr. È una giornata di orgoglio per il nostro Paese» Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa con la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen dagli studi di Cinecittà. 

 

Video

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Giugno 2021, 12:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA