Rc Auto, le nuove norme europee: «Obbligatoria anche per le auto ferme e non utilizzate»

Rc Auto, le nuove norme europee: «Obbligatoria anche per le auto ferme e non utilizzate»

Rc Auto obbligatoria anche per le vetture ferme. L'assicurazione delle auto dovrà essere pagata anche se si tratta di vetture vecchi e in stato di fermo in proprietà private e garages. A stabilirlo  è la direttiva europea in materia di Rc auto approvata dal Parlamento europeo.

 

Leggi anche > Intesa Sanpaolo e Luiss Business School, insieme per la formazione 2.0 delle imprese

 

Fino ad ora era obbligatoria per le vetture in circolo o per tutti i veicolo che si trovavano in strada, adesso invece dovrà essere pagata anche per auto e moto che  che si trovano in terreni privati. La direttiva, inoltre, non consente neanche di sospendere una Rc auto quando non si utilizza il mezzo. L'unica eccezione viene fatta per i mezzi che sono chiaramente dei relitti, ovvero privi di parti fondamentali per il funzionamento delle stesse vetture come gomme o motore.

 

L’ultima, risalente allo scorso 29 aprile, stabilisce che devono essere assicurati tutti i veicoli conformi alle funzioni di trasporto, a prescindere se fermi o in movimento, se in area pubblica o privata. Ora le misure diventano più stringenti. La normativa non è ancora entrata in vigore: bisogna prima aspettare l’adozione formale da parte del Consiglio Ue e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, da quel momento gli stati membri avranno 2 anni per mettersi in regola.


Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Ottobre 2021, 14:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA