Scomparso durante rave party abusivo nel Viterbese: ragazzo di 25 anni trovato morto nel lago

Scomparso durante rave party abusivo nel Viterbese: ragazzo di 25 anni trovato morto nel lago

È stato trovato morto nel lago di Mezzano, vicino Viterbo, un ragazzo di 25 anni che stava partecipando al mega rave party in corso tra Toscana e Lazio. L'allarme è scattato dopo alcune segnalazioni di persone che ieri sera lo hanno visto immergersi in acqua e non riemergere più. Il lago è stato scandagliato e poco fa è stato individuato il corpo. Il rave party si sta svolgendo a poche centinaia di metri di distanza. Si tratta di un 25enne nato a Londra ma residente nel nord Italia.

 

Leggi anche - Afghanistan, i Talebani conquistano Kabul: rinasce l'Emirato islamico. Ambasciata Usa: spari all'aeroporto

 

 

Secondo quanto si legge du Tuscia Web, il ragazzo, dopo aver partecipato alla festa, si sarebbe allontanato intorno alle 19.30 di ieri, domenica 15 agosto, per fare un bagno refrigerante dato l'intenso caldo estivo e le temperature altissime di questi giorni. Ma da quel tuffo in acqua non è più riemerso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di competenza territoriale e i vigili del fuoco. 

 

In occasione di Ferragosto il Lago di Mezzano è stato preso d'assalto da migliaia di ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia e da alcune parti d'Europa, con centinaia di camper pronti a montare le tende e festeggiare. Questo evento dovrebbe durare una decina di giorni, nonostante le temperature altissime e l'assenza di servizi igienici in quanto il rave party non è autorizzato quindi non sono stati disposti i bagni chimici. Tensione e paura per i possibili assembramenti e, quindi, contagi da Covid-19 che il party potrebbe causare. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine con un elicottero per monitorare la situazione. Ad oggi, oltre al ragazzo scomparso, il bilancio delle prime serate di festa è di due ragazzi finiti in coma etilico e trasportati in ospedale.


Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Agosto 2021, 18:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA