Ragazza di 16 anni stuprata al centro accoglienza per minori stranieri

La violenza sessuale si sarebbe verificata fuori da un centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati

Ragazza di 16 anni stuprata al centro accoglienza per minori stranieri

Ha confessato il suo dramma, uno stupro, alle operatrici di un centro di accoglienza a Genova. La vittima, una ragazza di Genova, che ha trovato il coraggio di raccontare quanto avrebbe subito da un gruppo di quattro coetanei, anche loro minorenni, due di origine tunisina e due di origine egiziane, tutti ospiti di un centro di accoglienza per minori non accompagnati nel capoluogo ligure. Dopo la confessione choc, le operatrici del centro hanno avviato l'iter della giustizia e denunciato alla polizia il presunto stupro nei confronti della 16enne.

Il cardiologo De Martino, accusato di sciare sulle Alpi anziché operare in sala operatoria, si difende: «Contro di me un complotto»

La confessione sofferta

Secondo il racconto della ragazza, la presunta aggressione sessuale sarebbe avvenuta fuori dalla struttura di accoglienza, da parte del branco di 4 ragazzi. La giovane, secondo la prassi obbligatoria, è stata visitata all'ospedale Galliera di Genova, dove non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di violenza. Comunque la polizia ha rintracciato i 4 presunti aggressori all'interno della struttura e li ha posti in stato di fermo, in attesa che il tribunale per i minori decida se convalidarlo.

Uccide a coltellate la compagna dopo l'ennesima scenata di gelosia

Cresce la violenza

A Genova, purtroppo i casi di violenza che coinvolgono i minori, sono aumentati nelle ultime settimane. Nei giorni scorsi, infatti, un altro minore non accompagnato è stato denunciato per violenza sessuale per avere aggredito una ragazza su una spiaggia genovese. E la settimana scorsa, altri quattro ragazzini sono stati fermati per aver picchiato e rapinato altri giovani.


Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Luglio 2022, 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA