Autista ubriaco, gita parrocchiale costretta a cambiare pullman

L'autista è ubriaco, ma è alla guida di pullman pieno di parrocchiani terrorizzati. La gita parrocchiale, insomma, ha vissuto un imprevisto clamoroso per sessantasei gitanti diretti da Modena al parco naturale del Sacro Monte di Varallo (Novara). Nell'area di servizio di San Zenone la polizia stradale di Lodi ha chiesto all'autista, che si era fermato sul pullman a motore acceso, mentre i passeggeri erano scesi a rifocillarsi, di eseguire vari controlli.

EDIT 21/05: PRECISAZIONE E RETTIFICA
A seguito di una precisiazione che ci è pervenuta dalla ditta Autolinee Caponio rettifichiamo quanto pubblicato nella prima stesura dell'articolo. Nel caso dell'autista ubriaco alla guida di un pullman di parrocchiani in gita l'immagine precedentemente pubblicata era un'immagine di repertorio che raffigurava un autobus in nessun modo coinvolto nel fatto di cronaca narrato nell'articolo.
Ci scusiamo con i nostri lettori per l'imprecisione contenuta nella prima stesura dell'articolo. 

Dopo il controllo sui documenti è scattato quello personale. E al controllo dell'etilometro, l'uomo è risultato positivo con un tasso accertato dello 0,66 grammi per litro quando, per gli autisti, il tasso deve essere 0. All'uomo è stata immediatamente ritirata la patente, gli è stata elevata una multa e gli sono stati decurtati 10 punti dalla patente. Il viaggio è poi proseguito con un'altro autista, su un altro pullman, inviato sul posto dalla stessa ditta di trasporto. 
Lunedì 20 Maggio 2019, 20:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA