Pretende un saluto al microfono dal vocalist e, dopo il rifiuto, lo accoltella in discoteca: 20enne arrestato

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, padre e figlio avrebbero preteso dal vocalist un saluto al microfono, e al rifiuto di quest'ultimo lo avrebbero aggredito prima a schiaffi e pugni, poi con la coltellata

Pretende un saluto al microfono dal vocalist e, dopo il rifiuto, lo accoltella in discoteca: 20enne arrestato

Un vocalist di una discoteca di Casamicciola Terme, in provincia di Napoli, è stati accoltellato al fianco sinistro nella notte tra il 23 e 24 aprile. E adesso è stato fermato un 20enne già noto alle forze dell'ordine. I carabinieri della stazione di Casamicciola Terme e del Nucleo operativo radiomobile di Ischia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 20enne di Lacco Ameno.

 

Leggi anche > Roma, investe due ragazze dopo una lite: arrestato

 

Pirro è gravemente indiziato del tentato omicidio del 28enne vocalist di una discoteca di Casamicciola Terme, accoltellato al fianco sinistro. Attraverso l'analisi delle immagini di videosorveglianza installate nel locale, i carabinieri hanno identificato il giovane come colui il quale avrebbe inferto alla vittima la coltellata.

 

Il 20enne si è presentato in caserma ed è stato subito fermato; sarà ora portato nel carcere napoletano di Poggioreale in attesa dell'udienza di convalida. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, che hanno già rintracciato il padre del 20enne, padre e figlio avrebbero preteso dal vocalist un saluto al microfono, e al rifiuto di quest'ultimo lo avrebbero aggredito prima a schiaffi e pugni, poi con la coltellata. 

 

Giuseppe Pirro, quindi, è costituito questa mattina, lunedì 25 aprile, alla caserma dei carabinieri di Casamicciola. Il giovane, che era attivamente ricercato su tutto il territorio isolano dai militari del capitano Mitrione, si trovava all'interno del locale Blanco, sulla litoranea di Casamicciola, insieme al padre ed entrambi avrebbero aggredito il 28enne vocalist raggiungendolo dietro la consolle del locale dopo che questi aveva rifiutato una 'dedica' ai due e dandosi in seguito alla fuga.

 

Grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza i carabinieri lo hanno identificato come colui che avrebbe accoltellato lo speaker che in seguito è stato medicato all'ospedale Rizzoli e dimesso con una prognosi di sette giorni. Dopo essersi presentato in caserma il giovane, gravemente indiziato per tentato omicidio, è stato fermato e sarà condotto nelle prossime ore al carcere di Poggioreale in attesa dell'udienza di convalida del fermo.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Aprile 2022, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA